Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Citazione spirituale

Citazione di spiritualità del giorno

Della grandezza di chi viene a mancare, spesso non possiamo far altro che accorgercene in corso d'opera. Anche grazie alle mancanze degli altri che rimangono vicino a noi [...] è una reale occasione di legame con i nostri morti ma che non può diventare una colpa per chi rimane che ha già la sua bella battaglia quotidiana.

Arianna Prevedello

Ricevila anche tu

Inserisci qui sotto la tua mail per ricevere ogni giorno una citazione di spiritualità:


Hai un sito o un blog? Vuoi far vedere ogni giorno ai tuoi utenti una frase di spiritualità diversa dando loro motivo di tornare quotidianamente a farti visita? Scopri come! CLICCA QUI.


Citazioni spirituali dei giorni passati


giovedì 2 febbraio 2017

(Presentazione del Signore - Festa)


La teologia di Bergoglio ci richiama in continuazione questo referente integrale del discorso su Gesù: ciò di cui parliamo non è un uomo del passato che ha detto e fatto cose belle. È piuttosto una presenza vivente oggi tra noi, un contemporaneo, che ci interpella per uno sguardo nuovo sulle cose e sulle persone.

-  Alberto Cozzi -



mercoledì 1 febbraio 2017

(santa Verdiana)


Convertirsi non è soltanto cambiare il modo di vivere, ma anche il modo di pensare. E’ una trasformazione del pensiero. Non si tratta di cambiare gli abiti, ma le abitudini!

- Papa Francesco Angelus in Piazza San Pietro domenica 22 gennaio 2017  -



martedì 31 gennaio 2017

(beata Ludovica Alberotni, san Ciro, san Francesco Saverio Maria Bianchi, san Geminiano di Modena, san Giovanni martire, san Giulio di Orta, santa Marcella di Roma, san Giovanni Bosco, sant'Armentario di Pavia)


La prova più dura da affrontare sarà comunque il conservare la fede, perché satana farà di tutto per ingannare gli uomini, facendo credere loro che Cristo non è abbastanza forte per opporglisi.

- Padre Livio Fanzaga -



lunedì 30 gennaio 2017

(beato Sebastiano Valfrè, Carlo I d'Inghilterra, san Muziano Maria Wiaux, san Pellegrino vescovo di Triocala, sant'Adelelmo di Burgos, santa Giacinta Marescotti, santa Savina, santa Martina)


Satana induce al silenzio, al segreto, a celare le colpe più gravi, perché sa che se nella confessione uno tira fuori tutto il male che ha dentro, esso viene distrutto dalla Divina Misericordia, bruciato interamente dall'amore di Dio.

- Padre Livio Fanzaga -



domenica 29 gennaio 2017

(san Valerio o san Costanzo)


Perseverare è attendere fiduciosamente che il mistero che silenziosamente avvolge il tutto come un grembo oscuro dia alla luce i frutti più belli della creatività e dell'ingegno.

-  Alessandro De Sortis -



sabato 28 gennaio 2017

(san Tommaso d'Aquino)


Il silenzio impara a riconoscere il vero volto delle cose, mette calma nei pensieri e impone un ordine interiore che è una delle condizioni più indispensabili per saper affrontare positivamente le situazioni che la vita ci presenta di continuo.

-  Alessandro De Sortis -



venerdì 27 gennaio 2017

(sant'Angela Merici)


Apprezzare le gioie semplici della vita è la via migliore per apprendere la capacità di gioire di realtà più grandi ed elevate.

-  Alessandro De Sortis -



giovedì 26 gennaio 2017

(santi Timoteo e Tito)


Risuonano spesso in me le tue parole che "il povero non è chi non ha niente, ma chi non è niente" e quindi siamo tutti poveri, deboli, fragili e piccoli dai papi ai santi, fino agli ultimi del mondo.

- Fra Emiliano Antenucci -



mercoledì 25 gennaio 2017

(conversione di Paolo)


Ecco la stupenda realtà della speranza: confidando nel Signore si diventa come Lui, la sua benedizione ci trasforma in suoi figli, che condividono la sua vita. La speranza in Dio ci fa entrare, per così dire, nel raggio d’azione del suo ricordo, della sua memoria che ci benedice e ci salva. E allora può sgorgare l’alleluia, la lode al Dio vivo e vero.

-  Udienza Generale mercoledì 11 gennaio 2017  -



martedì 24 gennaio 2017

(san Francesco di Sales)


Gli anziani sono uomini e donne, padri e madri che sono stati prima di noi sulla nostra stessa strada, nella nostra stessa casa, nella nostra quotidiana battaglia per una vita degna. Sono uomini e donne dai quali abbiamo ricevuto molto. L’anziano non è un alieno. L’anziano siamo noi: fra poco, fra molto, inevitabilmente comunque, anche se non ci pensiamo. E se noi non impariamo a trattare bene gli anziani, così tratteranno noi.

- Papa Francesco Udienza Generale, 04/03/2015 -