Citazione spirituale


Benvenuto in LibreriadelSanto.it, la prima

 

libreria cattolica online

Sacra Scrittura, Teologia, Liturgia, Catechesi, Vite di Santi e Beati, Vite e Opere dei Papi, Diritto canonico... La più ampia vetrina di libri religiosi di tutta la rete. Presente anche un ricco catalogo di DVD, CD e SPARTITI di canti liturgici e musica sacra. Presente, infine, un vasto assortimento di ARTICOLI RELIGIOSI.

Da non perdere
La Voce dei clienti [ultimi 10 commenti inseriti]

Advicesbooks il 4 marzo 2021 alle 16:45 ha scritto:

Un medico, un esploratore, ma, soprattutto, un uomo al servizio della Verità. C’è tutta la vita dell’autore in questo saggio unico al mondo. Ci sono le sue fatiche e la costante ricerca di fatti e certezze. C’è, oggi, un’opera documentale scritta come un percorso che è anche interiore ed intimistico. C’è un libro dal titolo L’Arca di Noè tra mistero e realtà… pubblicato lo scorso 18 febbraio dalla casa editrice Tau.
In quest’opera, l’autore racconta delle esplorazioni effettuate tra i ghiacci perenni di un monte leggendario: l’Ararat. Lì, da migliaia di anni, sarebbe sepolto il più grande reperto archeologico di tutti i tempi: l’Arca costruita da Noè all’epoca del Diluvio Universale. La narrazione prende spunto dalla passione dell’autore e da una curiosità per l’ignoto nata fin da quando era bambino.
Questa profonda curiosità si legge proprio tra le righe del saggio, corredato da una dettagliata bibliografia e da accurate fonti scientifiche. Per redigerlo, l’autore ha affrontato ben 5 diverse spedizioni ai confini della realtà, sfidando temperature polari, ghiacciai eterni, stanchezza, notti insonni e rischiose arrampicate tra pareti rocciose vecchie di millenni.
Le sue scoperte e osservazioni sono adesso racchiuse in un’opera arricchita non solo da notizie apparse sulla stampa, ma anche da immagini satellitari che immortalano, assieme alle parole, i momenti salienti di questa affascinante avventura.
L’Arca di Noè tra mistero e realtà… cerca di fare luce su un evento da sempre controverso: l’esistenza di un’enorme imbarcazione in legno, che, durante i terribili giorni del Diluvio, secondo il racconto della Bibbia, avrebbe salvato uomini e animali dall’estinzione. Storia, leggenda, invenzione? Queste le domande a cui il saggio cerca di dare una risposta corroborata da certezze. La questione dell’esistenza dell’Arca è da sempre stata oggetto di scontro tra uomini di fede e negazionisti.
Ma l’analisi del libro va oltre tutto questo, superando le barriere della religione e dello scontro ideologico, per soffermarsi su fatti e su “indizi” spesso trascurati anche dalla Storia. Il testo è, dunque, un libro di archeologia e scienza, di fede e religione, dove non esiste scontro o contrapposizione, ma apertura al mondo e alla vita. Il racconto, a volte, assume toni nostalgici, ma non è frutto di un lavoro solitario.
E’, piuttosto, il brillante risultato di un gioco di squadra. Illustri scienziati e ricercatori hanno accompagnato l’autore in questa lunghissima esplorazione. Lui stesso ne parla, quasi a voler ricordare un cameratismo e una socialità che in quest’epoca di pandemia sembrano solo un lontano ricordo.
Il fuoco nell’accampamento, per riscaldarsi assieme a colleghi ed amici, lo sguardo rivolto verso il cielo, l’emozione e la commozione di fronte a un reperto che s’intravede tra una coltre di ghiaccio, sono il simbolo di un mondo che non c’è più.
Cercare le prove dell’esistenza dell’Arca di Noè significa quindi riappropriarsi di certezze perdute. In un pianeta che vive come se Dio non esistesse, cercarLo e trovarLo aiuta a sentirsi meno soli e isolati. La Verità di cui parla questo medico coraggioso diventa così un dovere da perseguire e difendere con le unghie e con i denti. Attraverso il suo libro, l’autore si avvicina e ci avvicina alla presenza di Dio.
Contemplare l’Arca davanti ai nostri occhi, renderla visibile al mondo, potrà darci finalmente la prova che Dio esiste ed è esistito in ogni attimo della Storia. Anche nel tempo più buio ed ostile. Perché avere la certezza di trovare qualcosa che Gli appartiene, rende Dio molto più vicino di quanto si pensi. E in un’epoca di “solitudini” come la Nostra, questa Presenza non è affatto trascurabile.


Dott. luisa sirtoli il 3 marzo 2021 alle 21:16 ha scritto:

L'editrice e la sua storia sono garanzia di lavori ben fatti.


Dott. luisa sirtoli il 3 marzo 2021 alle 21:15 ha scritto:

Libro agile ed essenziale che da spunti per approfondire.


Prof. Stefano Coccia il 3 marzo 2021 alle 17:31 ha scritto:

Con quest'ultimo volume ho completato questa bellissima ed utilissima collana. Anche se un po' datata quest'opera è molto utile e conserva intatta la sua autorevolezza ed il suo carisma. Io l'ho usata per i miei corsi di Storia della Chiesa all'Istituto Teologico e sono molto soddisfatto. L'autore, anche se non l'ho conosciuto direttamente, ma solo per sentito dire dai miei professori di storia della Chiesa, è stato un grandissimo teologo e storico della Chiesa. Ha dedicato la sua attività di ricercatore alla figura di papa Pio IX. Questa è stata l'opera di maggior successo, il manuale "Storia della Chiesa da Lutero ai nostri giorni" strutturato in quattro volumi nei quali si affronta il tempo della Riforma, dell'assolutismo, del liberalismo ed infine l'età contemporanea fino ai fatti successivi al Concilio Vaticano II. Questo volume tratta del periodo dell'assolutismo e prende in considerazione, tra le altre questioni, il giansenismo, il gallicanesimo e la soppressione della Compagnia di Gesù. Penso che quest'opera non possa mancare nella biblioteca di un docente di religione.


Emanuela Ranaldi il 3 marzo 2021 alle 13:11 ha scritto:

Bellissima, pensavo fosse più piccola. Ha dei colori molto molto vivaci, perfetta per i cresimandi. E' in pole position come bomboniera per la cresima di mio figlio, un regalo per familiari ed amici per ricordare un giorno speciale.


Emanuela Ranaldi il 3 marzo 2021 alle 13:11 ha scritto:

Il rosario è molto carino, la cosa che stona è il crocifisso. Non c'entra nulla con le palline e le piccole croci colorate che dividono le decine. Dalla foto non si vede per questo non l'ho notato. Un vero peccato.


Emanuela Ranaldi il 3 marzo 2021 alle 13:08 ha scritto:

Il ciondolo mi ha un pochino delusa, è grande come una moneta da 10 centesimi, pensavo fosse più grande. Non è adatto, secondo me, come bomboniera, devo vedere se regalarla ai miei ragazzi del gruppo cresima.


Daniele Sciacca il 3 marzo 2021 alle 09:58 ha scritto:

L'autore non usa un linguaggio "difficile", ma capace di arrivare al cuore di tutti. E' il primo di tre testi che l'autore dedica al senso di colpa e il nostro rapporto con Dio. Il lettore non si aspetti di trovare in questo libro soluzioni o ricette magiche, infatti fra Roberto usa un linguaggio molto evocativo. L'argomento è decisamente accattivante e spero non passi troppo tempo per avere tra le mani la seconda parte di questo viaggio.


Daniele Sciacca il 3 marzo 2021 alle 09:54 ha scritto:

Testo consigliato a tutti coloro che desiderano unire scienze umane e spiritualità, tra formazione umana e formazione cristiana in vista di unificare tutto se stessi per amare Dio in verità e sincerità!


Daniele Sciacca il 3 marzo 2021 alle 09:53 ha scritto:

Un ottimo testo per chi è chiamato al ministero della riconciliazione. Ottimo per i seminaristi, ma indicato anche per chi esercita il ministero da più anni! L'autore colma una lacuna vistosa di questi ultimi anni: la praxis confessarii !!!