Citazione spirituale

La passione del Signore nelle visioni di Anna Katharina Emmerick


Copertina di 'La passione del Signore nelle visioni di Anna Katharina Emmerick'
Ingrandisci immagine

EAN 9788821550874

Disponibile in 24/48 ore lavorative
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo La passione del Signore nelle visioni di Anna Katharina Emmerick Editore San Paolo Edizioni EAN 9788821550874 Pagine 160 Data 2004 Peso 227 grammi Altezza 20 cm Larghezza 12,5 cm Profondità 1,3 cm Collana Spiritualità. Maestri. Prima serie
Voto medio degli utenti per «La passione del Signore nelle visioni di Anna Katharina Emmerick»: 5 su 5 (2 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, gmagura@alice.it il 8 marzo 2012 alle 11:44 ha scritto:

Sto approfittando del dono del tempo di Quaresima per meditare sulla Passione di nostro Signore Gesù Cristo. Dopo la lettura del testo sui dolori mentali di Gesù di Santa Camilla Battista da Varano, già recensito in precedenza, e che consiglio vivamente, testo di natura più spirituale e meditativa, ho letto questo libro che raccoglie le visioni della stigmatizzata tedesca raccolte e trascritte con amorevole cura dal poeta romantico Clemens Brentano. Non può quindi stupire la qualità letteraria superlativa di questi scritti. Naturalmente la lettura di queste visioni non deve sostituirsi alla lettura della Verità rivelata nel Vangelo: si tratta pur sempre di rivelazioni personali che la Chiesa invita a prendere con l'opportuna cautela, tuttavia la beatificazione della mistica e la sua partecipazione nel corpo ai dolori di nostro Signore costituiscono già un sigillo di autenticità. Ricorrendo a un paragone di tipo figurativo, se la scrittura evangelica, scarna, misurata, profonda, essenziale e tutta tesa alla verità rivelata, senza indulgere in particolari descrittivi o narrativi si potrebbe paragonare all'arte sobria e intensamente spirituale di Fra Beato Angelico (penso soprattutto agli affreschi del convento di San Marco a Firenze), la narrazione di Anna Katharina Emmerick assomiglia piuttosto alla sanguigna rappresentazione della Passione di Duccio di Buoninsegna nella Maestà di Siena. Se quindi si è abituati a fare della Via Crucis un pio esercizio, e non riusciamo a sentire più che un vago senso di pietà e commozione nei riti del Venerdì Santo, questi scritti ci aiutano a comprendere la dimensione umana delle terribili sofferenze fisiche e morali patite da nostro Signore nella sua Passione. Le descrizioni dettagliate e impietose, ma piene di partecipazione spirituale, ci illustrano anche pienamente la regalità di Cristo, l'infinita pazienza con cui ha sopportato il Suo martirio per amor nostro, la misura e l'immensa spiritualità dei Suoi gesti e delle Sue ultime parole, la Sua preghiera d'intercessione incessante fino al momento estremo dell'abbandono. Alla fine, dopo tanto travaglio, il racconto descrive con ineffabili parole, entro i limiti di quanto può descrivere il linguaggio umano, l'irruzione del divino e la sfolgorante Resurrezione del Cristo che viene colta con sobrietà luminosa in maniera non dissimile dal racconto evangelico della trasfigurazione di Gesù sul monte Tabor.

il 10 marzo 2018 alle 22:58 ha scritto:

Ottimo! Bellissima descrizione della passione di Gesù