Citazione spirituale

Patris corde

-

Lettera Apostolica in occasione del 150° anniversario della dichiarazione di San Giuseppe quale Patrono della Chiesa Universale

 
di

Francesco (Jorge Mario Bergoglio)


Copertina di 'Patris corde'
Ingrandisci immagine

EAN 9788831553780

Disponibilità immediata
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo Patris corde - Lettera Apostolica in occasione del 150° anniversario della dichiarazione di San Giuseppe quale Patrono della Chiesa Universale Autore Editore Paoline Edizioni EAN 9788831553780 Pagine 48 Data dicembre 2020 Peso 33 grammi Altezza 17 cm Larghezza 11 cm Collana Magistero
Voto medio degli utenti per «Patris corde»: 5 su 5 (2 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 28 dicembre 2020 alle 12:26 ha scritto:

Bellissima lettera sulla figura di San Giuseppe. Il Papa traccia alcuni aspetti del Patrono della Chiesa universale davvero interessanti. Ho molto apprezzato i paragrafi sull'accoglienza e sul coraggio creativo di San Giuseppe. Uno strumento utile per riconoscere quanto San Giuseppe possa essere compagno di viaggio anche dell'uomo contemporaneo.

il 20 gennaio 2021 alle 19:45 ha scritto:

Ottimo scritto di Papa Francesco. Questa lettera apostolica, scritta nel 150° anniversario della dichiarazione di San Giuseppe quale patrono della Chiesa universale, è una pietra miliare di questo stimatissimo Pontefice. Alcuni capitoli sono davvero bellissimi ed aiutano a riflettere. Quelli che mi hanno particolarmente colpito, sui quali mi sono soffermato di più, sono quelli sull'obbedienza, sul coraggio creativo, sul Padre lavoratore, ma soprattutto l'ultimo capitolo: "Padre nell'ombra". Qui il Papa scrive delle cose molto interessanti, secondo il mio parere,: "Padri non si nasce, lo si diventa. E non lo si diventa solo perché si mette al mondo un figlio, ma perché ci si prende responsabilmente cura di lui. Tutte le volte che qualcuno si assume la responsabilità della vita di un altro, in un certo senso esercita la paternità nei suoi confronti". Sono parole che forse uno ha sentito dire altre migliaia di volte, ma questa volta mi hanno fatto molto riflettere, soprattutto perché sono un insegnante. "Essere padri significa introdurre il figlio all’esperienza della vita, alla realtà. Non trattenerlo, non imprigionarlo, non possederlo, ma renderlo capace di scelte, di libertà, di partenze".
Il Papa in questa lettera apostolica richiama spesse volte l'esortazione apostolica di Giovanni Paolo II Redemptoris custos che leggerò sicuramente. In questa edizione è presente anche il decreto della penitenzieria apostolica, nel quale viene spiegato le modalità per ottenere l'indulgenza plenaria, ed alcune preghiere a San Giuseppe.