Citazione spirituale

Giudaismo ed ellenismo. Studi sul loro incontro, con particolare riguardo per la Palestina fino alla metà del II secolo a. C.

di

Hengel Martin


Copertina di 'Giudaismo ed ellenismo. Studi sul loro incontro, con particolare riguardo per la Palestina fino alla metà del II secolo a. C.'
Ingrandisci immagine

EAN 9788839406217

Normalmente disponibile in 15/16 giorni lavorativi
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Tipo Libro Titolo Giudaismo ed ellenismo. Studi sul loro incontro, con particolare riguardo per la Palestina fino alla metà del II secolo a. C. Autore Traduttore Monaco S. Editore Paideia EAN 9788839406217 Pagine 768 Data 2001 Collana Biblioteca storia storiogr. tempi bibl.
Voto medio degli utenti per «Giudaismo ed ellenismo. Studi sul loro incontro, con particolare riguardo per la Palestina fino alla metà del II secolo a. C.»: 5 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, masperi.umberto@yahoo.it il 26 marzo 2015 alle 15:50 ha scritto:

Apertura “mentale”-“spirituale” su quel mondo biblico del post esilio ( in particolar modo due secoli prima di Cristo) che così poco “noi”, lettori della Bibbia,conosciamo; patrimonio culturale da approfondire ed aver sempre presente, ricchezza di temi e problemi che sono aspetti ricorrenti nel nostro proiettarci verso la venuta del figlio dell’uomo; puntualizzazioni che ci consentono di ripensare a certi momenti della vita delle prime comunità sorte dalla predicazione apostolica ed a “informazioni” che ci vengono dai primi Padri della Chiesa (patristica greca) che abbiamo talora difficoltà ad apprezzare, per la loro importanza.

*Quest’opera andrebbe segnalata, suggerita, raccomandata, alle persone di media (e buona) cultura, che abbiano una base di formazione classica ( si tratta,infatti, del periodo di diffusione della cultura dell’età ellenistica, quando vennero poste le basi di quella realtà cosmopolita che sta a fondamento della nostra civiltà occidentale, di cui siamo così poco consapevoli);queste persone non sono certamente solo i sacerdoti,col loro curriculum prima dell’ordinazione ministeriale, ma anche noi laici che abbiamo avuto la fortuna di frequentare ad es. una scuola secondaria od una facoltà umanistiche;noi italiani che possiamo sentirci “in sintonia”, in questo senso, con coloro che , tra francesi,tedeschi,inglesi (forse un po’ meno), soprattutto nel secolo scorso ,avevano lo sguardo rivolto al mondo della classicità .
** Hengel presentò ( è lui a dircelo subito) quest’opera nel novembre del 1966 come scritto per l’abilitazione alla facoltà di Teologia Evangelica di Tubinga (ma, data la straordinaria ricchezza di contenuto con continui riferimenti bibliografici,certamente aveva alle spalle anni di studi e ricerche). Edita nel 1968, viene da pensare a quel contesto storico (della contestazione,soprattutto nelle Università) cui l’autore subito accenna ( ... “… la “rivoluzione studentesca”… e la successiva “riforma universitaria” … deteriorarono profondamente … il clima della ricerca nelle università tedesche…”). L’appiattimento lo notiamo,purtroppo, oggi anche noi in non pochi uomini di chiesa. Possiamo superarlo con le nostre letture.
***Israele,il popolo di Dio:incontro tra Giudaismo ed Ellenismo. Quattro grandi capitoli. Il primo ci presenta gli aspetti politici,economici,militari,amministrativi,fiscali,sociali (come nei bei libri di storia);il secondo gli elementi culturali: diffusione della lingua (la koinè), dell’educazione (“scuole”),cultura,letteratura,filosofia, greche,traduzioni in greco di scritti giudaici in Palestina;il terzo l’incontro ed il conflitto tra giudaismo ed ellenismo;il quarto l’interpretazione greca del Giudaismo.

+ OGNI LETTORE ha le sue preferenze, ed è portato a sottolineare ciò di cui è particolarmente grato. Senza diffondermi nel motivarlo l’ho trovato in particolar modo nella terza parte, con l’ampio studio su Qohelet , su Siracide, sugli hasidim (pii-“esseni”?) , sull’essenismo ( la comunità di Qunram - che nella trattazione di Hengel assume una “fisionomia” ben articolata, superando il livello di semplici cenni che troviamo di solito nella maggior parte di altri studi),sull’ “apocalittica”.

++ Sento risuonare quelle parole :“il Verbo si fece carne e pose la sua tenda in mezzo a noi”;allora il mondo in cui venne,preceduto da quei due secoli, posso conoscerlo sempre meglio anche volgendo il mio sguardo indietro.

+++ Gli apparati (bibliografia,indici,citazioni) sono la conferma della cura riservata a quest’opera.