Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Citazione spirituale

Strade di felicità nell'alleanza uomo-donna

di

Conferenza Episcopale Italiana

 


Copertina di 'Strade di felicità nell'alleanza uomo-donna'
Ingrandisci immagine

Disponibilità immediata
In promozione fino al 20/02/2019 [scade tra 15 ore e 47 minuti]
Descrizione
Allegati: Leggi un estratto
Tipo Libro Titolo Strade di felicità nell'alleanza uomo-donna Autore Editore Edizioni Palumbi EAN 9788872981047 Pagine 140 Data giugno 2018
Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

STRADE DI
FELICITÀ
NELL'ALLEANZA UOMO-DONNA




XIX SETTIMANA NAZIONALE DI STUDI
SULLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE E FAMILIARE
ASSISI (PG) 28 APRILE - 1 MAGGIO 2017
Scansiona il QR-Code
con il tuo dispositivo
mobile per accedere
alla versione sfogliabile
i n t r o d u z i o n e



AMARSI FRA UOMO
E DONNA NELLA
CONCRETEZZA DEL
VANGELO
SUA EM. CARD. GUALTIERO BASSETTI ARCIVESCOVO DI PERUGIA-CITTÀ
DELLA PIEVE, PRESIDENTE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

«
L'
amore fra uomo e donna è gustando il confronto fra teologi e
evidentemente tra le esperien- docenti di scienze umane di varie Fa-
ze umane più generative, è coltà italiane, allargato a esperti di as-
fermento della cultura dell'incontro e sociazionismo e di pastorale. Intro-
porta al mondo attuale un'iniezione durre alla capacità di discernimento è
di socialità: davvero 'il bene della fa- tra le maggiori sfide attuali, per chi
miglia è decisivo per il futuro del accompagna coniugi e genitori ad ap-
mondo e della Chiesa'(cfr. AL 31)»1. plicare il Vangelo alla concretezza
Con queste parole, inviate attraverso della vita, nella consapevolezza che
un video-messaggio, Papa Francesco «siamo chiamati a formare le coscien-
l'11 novembre 2017 si rivolgeva ai ze, non a pretendere di sostituirle»
partecipanti al III Simposio In- (AL 37). Il Santo Padre, incon-
ternazionale sull'Amoris lae- trando tempo fa i nuovi Ve-
titia, organizzato dall'Ufficio scovi, li esortava a valorizzare
Famiglia della CEI. la presenza delle famiglie nella
'Il Vangelo dell'amore tra co- costruzione della comunità cri-
scienza e norma' è il tema stiana. «Uno speciale accompa-
che ha animato una gnamento riservate a tut-
bella giornata alla te le famiglie, gioendo
quale volentieri con il loro amore
ho partecipato, generoso e inco-

1 PAPA FRANCESCO, Videomessaggio al Terzo Simposio Internazionale su Am o ris la e titia , Roma 11
novembre 2017.



5
i n t r o d u z i o n e


raggiando l'immenso bene che elargi-
scono in questo mondo. Seguite so-
prattutto quelle più ferite. Non 'pas-
sate oltre' davanti alle loro fragilità.
Fermatevi per lasciare che il vostro
cuore di pastori sia trafitto dalla visio-
ne della loro ferita; avvicinatevi con
delicatezza e senza paura. Mettete da-
vanti ai loro occhi la gioia dell'amore
autentico e della grazia con la quale
Dio lo eleva alla partecipazione del
proprio Amore. Tanti hanno bisogno
di riscoprirla, altri non l'hanno mai
conosciuta, alcuni aspettano di riscat-
tarla, non pochi dovranno portarsi
addosso il peso di averla irrimediabil-
mente perduta. Vi prego di fare loro
compagnia nel discernimento e con
empatia»2.
La formazione delle coscienze è la
vera sfida di questa epoca. A tutti noi
sta il compito che questa sorta di ta-
bernacolo interiore che è la coscien-
za personale non difetti della divina
misericordia, senza la quale si naviga
nel buio delle proprie scelte. La luce
dello Spirito risplende infatti nel lievi-
to della fraternità. C'è ancora molta
solitudine nei percorsi dolorosi di chi sguardo sulle vicende altrui in un bi-
vede spezzarsi il proprio vincolo co- nario morto. Si tratta allora di offrire
niugale. Rischiamo di ridurre il nostro alle famiglie Gesù, Colui che sana
2 PAPA FRANCESCO, Discorso ai partecipanti al Corso di Formazione per nuovi Vescovi, Roma Sala
Clementina, 16 settembre 2016.



6
ogni possibile divisione e ci rende ca- matrimoni e così prevenire le rotture»
paci di far rinascere l'amore, nella (AL 307). Come scriveva Giorgio La
consapevolezza che «oggi, più impor- Pira alla sorella Beppina nell'appros-
tante di una pastorale dei fallimenti è simarsi della celebrazione delle noz-
lo sforzo pastorale per consolidare i ze: «In mezzo alle difficoltà che la vita


7
i n t r o d u z i o n e


non manca di offrirci, tu sarai come dermi' per coloro che amo. Se riesco
una barca solidamente legata a quello a capire questo nuovo aspetto della
scoglio infrangibile che è Gesù. Tutte mia vita, ove il 'perdere' è il solo
le ondate, le più furiose, non potran- guadagno vero che esse possono fa-
no mai abbattere né te né la tua fami- re, non sono più povero. (') Le in-
glia: perché quando Gesù è con noi, fedeltà dell'amore si perdonano mol-
noi siamo anime ricche di forza e tiplicando l'amore»4.
nessuno potrà vincerci»3. Occorrono allora nuovi angeli del fo-
Come sarebbe bello accompagnare le colare domestico, coppie e sacerdoti
varie stagioni della vita familiare con capaci di moltiplicare l'amore, stando
tenerezza, attraverso una prossimità accanto con misericordia agli sposi,
discreta e solidale, capace di interve- specialmente ai più giovani e per
nire in tempo e sostenere chi sta sof- questo occorre formarsi bene, non
frendo un periodo di crisi, prenden- basta improvvisare.
dosene carico. Con la sapienza del Questo testo, andando in questa dire-
vero educatore don Primo Mazzolari zione, ci offre un'esperienza innovati-
schiude dinanzi ai nostri occhi il se- va, dove al sapere teologico di chi ha
greto della vita che è nel percorrere animato il percorso della XIX Settima-
le strade dell'amore. «Che io voglia o na Nazionale di Studi sulla spiritualità
no, la mia vita è legata al mio 'per- coniugale e familiare, corrisponde il


INTRODURRE ALLA CAPACITÀ
DI DISCERNIMENTO È TRA
LE MAGGIORI SFIDE ATTUALI,
PER CHI ACCOMPAGNA
CONIUGI E GENITORI
3 GIORGIO LA PIRA, Lettera alla sorella Peppina, nel giorno della Visitazione di Maria, 2 luglio 1930.
4 Cfr. PRIMO MAZZOLARI, Il solco, Spigolature dai suoi scritti per ogni giorno dell'anno, EDB 2009, 30.



8
vissuto diretto delle tante famiglie zati: «il marito ha il compito di fare
che lo hanno sperimentato. In tal più donna la moglie e la moglie ha il
senso, un uomo e una donna che si compito di fare più uomo il marito»5.
uniscono in modo stabile aprendosi E così, accompagnati dai propri geni-
alla vita e all'educazione dei figli
sono un segno incarnato di que-
sta chiamata al dono di sé, an- CHE IO LO
dando oltre gli steccati dei propri
narcisismi e egolatrie. VOGLIA O NO,
È l'unione tra uomo e donna il
segno concreto della presenza di
LA MIA VITA È
Dio che può indicare al mondo di
oggi la bellezza della differenza
LEGATA AL MIO
sessuale, l'antidoto alla colonizza- 'PERDERMI'
zione ideologica del gender. In
questo orizzonte, con competen- PER COLORO
za, si muovono i coniugi e i sa-
cerdoti degli Uffici Famiglia dio-
CHE AMO
cesani ai quali va la mia profonda
gratitudine per come, in unità con i tori, nel grembo della grande famiglia
propri Pastori, si lasciano lavorare che è la Chiesa, i figli crescono in
dalla Parola di Dio e dalle storie di umanità. Con affetto, ringrazio e be-
vita che si presentano loro ogni gior- nedico di cuore tutti coloro che gene-
no. Mi piace ricordare a chi sfoglierà rosamente si formano per accompa-
queste belle pagine ciò che Papa gnare i coniugi e le famiglie, senza
Francesco mi confidò in tono fraterno altra pretesa che «quella di annuncia-
un giorno delle prime settimane del re gratuitamente il Vangelo» (1 Cor
suo Pontificato. Parlando di un amore 9,18).
dal sapore artigianale, mi anticipò
quello che poi avrebbe detto ai fidan-



5 PAPA FRANCESCO, Incontro con i fidanzati che si preparano al matrimonio, 14 febbraio 2014.



9
c h i e s a f o r m a t o f a m i g l i a


del processo creativo, affida all'alleanza mare il creato perché sia abitabile per
dell'uomo e della donna due grandi tutti e promuovere legami sociali che
compiti: la custodia del creato e la re- rendano gli uomini e i popoli una fa-
sponsabilità di riempirlo con le genera- miglia. Il comando di Dio: 'crescete e
zioni. E' la grande, duplice missione, moltiplicatevi' non è semplicemente
che il Signore affida ancora oggi alle fa- una esortazione a 'fare figli', ma anche
miglie. Purtroppo, oggi tale duplice 'creare legami di fraternità e di amici-
missione non di rado è disattesa. Non zia'. La famiglia è chiamata a creare le-
mi dilungo su questo. Ma con i nostri gami: nonni, nipoti, figli, genitori, in un
occhi vediamo la facilità con cui si de- movimento che si allarghi sempre più
turpa il creato e la tendenza a non ge- fino a comprendere l'intera umanità.
nerare né figli e a non sentirsi respon- Per questo è indispensabile ristabilire
sabili dei legami tra le generazioni! E' l'alleanza tra l'uomo e la donna. Se
necessario riscoprire la vocazione e la questa alleanza non funziona, non fun-
missione dell'inizio! L'uomo e la donna, zionerà neppure la storia umana. E cre-
anche oggi, vivono la stessa prima ten- do che nella Chiesa dobbiamo ridare
tazione di sentirsi padroni e non custo- profezia a questa alleanza. I primi capi-
di, o meglio 'signori' del creato e della toli della Genesi debbono tornare ad
generazione. Dobbiamo raccogliere il alimentare la nostra missione e la no-
grande sogno dell'inizio. E' all'interno stra vocazione. Oggi si fa sempre più
di questo grande sogno di Dio che insidioso il fascino dell'individualismo,
dobbiamo ripensare la stessa pastorale del familismo, del parrocchialismo, del-
familiare. Altrimenti restiamo nel chiuso l'autoreferenzialità anche ecclesiastica.
di una semplice riorganizzazione. La Papa Francesco ci esorta ad uscire da
stessa Chiesa deve ripensare se stessa queste gabbie, anche se le chiamiamo
sulle corde della 'famiglia'. con termini ecclesiastici. La Chiesa, resa
L'Esortazione Apostolica Amoris laetitia familiare, e le famiglie, rese ecclesiali,
chiede un cambio di passo alla Chiesa abbiamo il compito di rendere migliore
e, quindi, anche alla famiglia cristiana. questo nostro mondo, ossia di renderlo
Tutta la Chiesa deve diventare pastora- più familiare. Questo è il mistero gran-
le familiare, perché alla Chiesa e alla de che Gesù affida alla Chiesa e alle fa-
famiglia (qui c'è una nuova alleanza da miglie cristiane. E' in questo orizzonte
compiere) spetta il compito di trasfor- che si comprende la festa del lavoro.


138
stesso della felicità: non è un sentimen-
to, è storia, è cambiamento, ossia tra-
sformare questo mondo nella prospetti-
va del settimo giorno, la domenica sen-
za più tramonto.
Sono convinto che riflettere su questi
orizzonti, avere a cuore tali dimensioni
significherà per tutti noi una passione
nuova per la Chiesa e per la nostra so-
cietà. La domenica resta il segno, il sa-
cramento di questa missione e di que-
Sì, la trasformazione del mondo in un sta vocazione che il Signore affida as-
mondo famigliare è il lavoro della sieme alle singole famiglie e alla fami-
Chiesa e delle famiglie. Ed allora ben glia della Chiesa. Insisto nel dire che
venga la 'festa del lavoro'! E tutti sono non c'è separazione tra le due. E credo
chiamati a questo compito, gli uomini sia importante sottolineare che la chie-
e le donne, i grandi e i piccoli, i giova- sa domestica non è la singola famiglia,
ni e i vecchi. ma la comunità cristiana che vive, ap-
A volte si dice che la famiglia deve di- punto, in maniera domestica, familiare.
ventare soggetto della pastorale familia- E' una Chiesa dove tutti siamo fratelli e
re: ciò significa divenire un soggetto sorelle, figli di un unico padre e di
storico del cambiamento del mondo; la un'unica madre. La domenica resta il
Chiesa e la famiglia devono diventare momento della festa grande e della fe-
fermento di una nuova familiarità. licità. Nei giorni feriali noi tutti lavoria-
Questa è la festa del lavoro affidata da mo perché si realizzi per tutti la dome-
Dio all'alleanza dell'uomo e della don- nica. Vi auguro un 'lavoro' bello nelle
na. Il matrimonio è indissolubile so- vostre diocesi, nelle vostre parrocchie
prattutto perché il compito affidatogli per aiutare tutte le famiglie, anche
da Dio è talmente alto che non può es- quelle che zoppicano: chiamatele!. Il
sere rotto. E ancor più indissolubile è il mondo ha un estremo bisogno di fami-
legame della Chiesa con i suoi figli, an- liarità. E' il lavoro che il Signore affida
che se sbagliano o zoppicano. In tale alla Chiesa e a voi. E il Signore vi be-
orizzonte si comprende anche il senso nedica. n



139
s o m m a r i o

5 Amarsi fra uomo e donna nella concretezza del
Vangelo
S.E. CARD. GUALTIERO BASSETTI,ARCIVESCOVO DI PERUGIA-
CITTÀ DELLA PIEVE, PRESIDENTE DELLA CEI
10 Il Vangelo si irradia in famiglia sulle orme
del Samaritano
DON PAOLO GENTILI CON TOMMASO E GIULIA CIONCOLINI
26 Strade di felicità per uomini e donne del XXI secolo
S.E. MONS. NUNZIO GALANTINO E PROF. ALBERTO
MELLONI
42 Sulle orme di Tobia e Sara
S.E. CARD. EDOARDO MENICHELLI,ARCIVESCOVO DI ANCONA-
OSIMO
48 Amoris laetitia nel solco di Gaudium et Spes
MONS. ERIO CASTELLUCCI
60 Il matrimonio: 'un processo dinamico, che avanza
gradualmente con la progressiva integrazione dei
doni di Dio' (AL 122)
PROF. MAURIZIO GRONCHI
76 Quando nell'alleanza uomo-donna si apre una
ferita: il rapporto fra norma e persona
PROF. MANUEL JESUS ARROBA CONDE
94 Introduzione ai workshop
DON EDOARDO ALGERI, CLAUDIO E LAURA GENTILI
110 La via di Emmaus: strada di felicità
SS.E. MONS. MARIO MEINI
114 Sintesi dei workshop
DON EDOARDO ALGERI, CLAUDIO E LAURA GENTILI
124 Otri nuovi per il Vangelo
DON PAOLO GENTILI ' TOMMASO E GIULIA CIONCOLINI
136 Un'alleanza che trasforma la Chiesa in una famiglia
S.E. MONS. VINCENZO PAGLIA


140
141
COPERTINA: Marc Chagall, La passeggiata.



SERVIZIO FOTOGRAFICO: Antonio Martini
ART DIRECTION: Alessandro Palmieri

Edizioni Palumbi - 9788872981047
STAMPA: Mastergrafica Srl, Teramo

Finito di stampare nel mese di Marzo 2018

Non ci sono commenti per questo volume.