Citazione spirituale

Il bambino alle soglie del regno

di

Zelinskij Vladimir


Copertina di 'Il bambino alle soglie del regno'
Ingrandisci immagine

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione fino al 23/07/2019 scade tra 9 ore e 48 minuti
Descrizione
Tipo Libro Titolo Il bambino alle soglie del regno Autore Editore Effatà EAN 9788874027507 Pagine 176 Data agosto 2012 Peso 238 grammi Altezza 20,5 cm Larghezza 14 cm Profondità 1,1 cm Collana Il respiro dell'anima
Voto medio degli utenti per «Il bambino alle soglie del regno»: 4 su 5 (2 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 22 marzo 2015 alle 21:28 ha scritto:

«In questo luogo c’era Dio ed io non lo sapevo» (Genesi 28,16). È l’esclamazione di Giacobbe dopo una notte insonne trascorsa a lottare. Contro (o con) chi? Il testo biblico resta misterioso. Giacobbe lotta, inconsapevolmente, con un angelo – o con Dio stesso…
Le pagine bibliche ci presentano numerose manifestazioni divine (teofanie): nell’episodio del roveto ardente e con la chiamata del giovane Samuele, alle querce di Mamre e sul monte Oreb… Teofanie che restano, necessariamente, immerse nel mistero e, in alcuni casi, rappresentano lo disvelamento posteriore di un’esperienza. Ma il caso di Giacobbe ci pone sull’avviso, suscitando in noi una domanda: quando siamo inconsapevolmente visitati dalla presenza di Dio?
Il libro di Vladimir Zelinskij Il bambino alle soglie del Regno. Teofania dell’infanzia, ha il pregio di introdurci nella scoperta della presenza divina nel nostro quotidiano. Una presenza che si svela/rivela nello sguardo del bambino. Quasi al pari dell’icona – questo squarcio attraverso cui gli esseri umani possono scorgere qualche frammento della bellezza del mondo divino – lo sguardo dell’infante ci apre alla misteriosa presenza del Dio che si fa visibile.
Questa teofania dell’infanzia è prettamente evangelica. L’autore la costruisce a partire dalle parole di Gesù sui bambini e da numerosi altri passi biblici. È supportata da un’amplissima cultura teologica e letteraria, con continue escursioni nella patristica e nell’amata poesia – anche contemporanea.
Un libro strutturato per capitoli, ma ove ciascun paragrafo può essere letto a sé, come fonte e stimolo per una continua riflessione e meditazione. Il testo diventa così un invito prolungato a lasciarci sorprendere dallo stupore: attraverso lo sguardo di un bambino ci viene offerta l’opportunità di porci in ascolto dell’eco dell’immenso…

il 25 gennaio 2019 alle 19:29 ha scritto:

Un libro interessante. Mette in una prospettiva intrigante il detto di Gesù. Ma tuttavia non riesce a mettere a fuoco il punto di arrivo del suo ragionamento.