Citazione spirituale

La guerra contro Gesù

di

Socci Antonio


Copertina di 'La guerra contro Gesù'
Ingrandisci immagine

Disponibilità immediata per 1 pezzo
Disponibile anche come Prezzo
Libro nuovo 19,90 €16,91 €
Stato del prodotto
Tipo Libro (usato) Titolo La guerra contro Gesù Autore Socci Antonio Editore Rizzoli EAN 9788817037365 Pagine 250 Data aprile 2011 Peso 465 grammi Dimensioni 14 x 22 cm Collana Saggi italiani
Voto medio degli utenti per «La guerra contro Gesù»: 5 su 5 (9 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, ant.stuppiello@gmail.com il 3 maggio 2011 alle 10:00 ha scritto:

Il tono apologetico e fondamentalista del Socci infastidisce. Non si tratta di negare niente nè di affermare alcunchè. La fede è una dimensione particolare dell'uomo: non può essere imposta da nessuno. Gesù non l'ha fatto. L'arroganza e il malcelato disprezzo per chi non è in riga con l'Autore del libro non è un buon esempio di fratellanza cristiana. I crociati hanno sempre creato muri e divisioni.

il 6 maggio 2011 alle 15:08 ha scritto:

L'intervento di Socci è più che opportuno a fronte dei tanti testi che tendono a sminuire o rendere addirittura marginale o poco significativo per il mondo odierno l'avvento del Cristianesimo, mentre l'attenzione maggiore dovrebbe essere indirizzata verso la urgente necessità di una maggiore coerenza e testimonianza del grande messaggio evangelico da parte dei successori degli apostoli e di tutti coloro che vedono in esso un significativo obiettivo di tutta l'Umanità.

il 26 maggio 2011 alle 01:11 ha scritto:

Quando si tratta di dare prove dell'esistenza di Gesù certa gente si infastidisce o ritiene che il tono sia impositivo come volesse inculrare qualcosa che non sta ne in cielo ne in terra, ma quando qualcuno (e piu di qualcuno) si permette di buttare fango sul Papa, di dire che Gesu' non è mai esistito, che il Vangelo non è attendibile e altri bla bla bla di libri denigratori PRIVI DI BASI CONCRETE contro Gesu', tutto è ammesso e nessuno fa polemica. Bravo Socci, che un colpo di saggia valutazione storica fa un analisi oggettiva e difende con fermezza il giusto, provandolo. Mi spiace che a certi la verità dia cosi fastidio, un mio giudizio? Chi lo trova scomodo puo' anche non leggerlo, chi lo legge dovrebbe pero' essere aperto alla verità. Saluti a voi

il 4 luglio 2011 alle 11:17 ha scritto:

Ammiro molto l'amico Antonio Socci per la salda fede e per il coraggio di testimoniare contro coloro che vorrebbero sminuire e denigrare gli alti valori della religione cattolica. Se Gesù nel Suo infinito amore ha sacrificato la vita per salvare ogni uomo, noi che ci riteniamo buoni cristiani non dovremmo vergognarci di difendere il nostro Credo, almeno con l'arma della parola.
Persino Giovenale (55 -135/140) affermava:-
"La censura perdona i corvi e infierisce sulle colombe."
Grazie per l'attenzione.
M. Teresa

il 8 luglio 2011 alle 19:30 ha scritto:

Non c'è che affermare: F I N A L M E N T E!
Con una scrittura chiara ed incisiva e lasciando spazio alcuno a pregiudizi, ma a documenti e fatti, Socci rende un servizio straordinario alla cultura ed alla storia, incastonando l'evento della Resurrezione al centro del cammino umano. Più volte ripete che i fatti danno fastidio ai pregiudizi e questi si affermano con ideologie deleterie che svuotano il senso della storia e tracciano le vie della solitudine e della disperazione. E' ormai abito mentale il considerare Gesù un buon uomo, la cui vita ha casualmente dato il via alla creazione di un sistema di potere opprimente e discriminante che dura da tanto, troppo tempo. Sulla scorta di tale "refrain" ogni tentativo di dialogo sul Cristianesimo e su Cristo diventa apologia, settarismo, dogmatismo e coercizione da cui è meglio stare alla larga. Il Cristiano "occidentale" sta ormai smarrendo il senso dell'evento più straordinario della storia. Straordinario da un punto di vista scientifico e filosofico, prima ancora che teologico. Essere Cristiani non è esercizio di custodia di dogmi, ma è prendere posto alla Mensa in cui viene servito, su un piatto umilissimo, quanto di più prezioso ci sia in tutto l'universo: il Corpo di Gesù. PUNTO. Qualsiasi riflessione su tale significato, se si vuole, può partire da dati storici ormai incontrovertibili. Antonio Socci non teme alcuna smentita, anzi invita a smentite serie. Smentite che non sono ancora state formulate. Sta a ciascuno la scelta di portare prove contrarie ed eventualmente lasciare che Colui che è Risorto, ed è quindi vivo e facilmente interpellabile, possa guidarlo alla comprensione del senso di tutto ciò, affinché possa dare un serio senso alla propria esistenza. Grazie dunque a Socci per il suo entusiasmo, la sua serietà e la sua passione per Gesù.
Grazie.
Stefano

, fratepaolomaria@yahoo.it il 29 agosto 2011 alle 11:18 ha scritto:

Libro interessante che aiuta il lettore a riflettere su un argomento molto attuale, per questo lo acquisto con l'intenzione di regararlo. Pace e bene!

il 9 settembre 2011 alle 11:46 ha scritto:

Bravo Socci! Veramente un bel libro, molto documentato che merita di essere letto con attenzione. Personalmente, avendo studiato teologia, ritengo pienamente condivisibile la critica serrata di Socci nei confronti di un certo modo razionalista e protestante ma molto diffuso di fare teologia nei seminari e istituti di scienze religiose cattolici. Ammetto che a volte la polemica graffiante di Socci può infastidire ma di fronte a certi "soloni" che vanno per la maggiore (leggi i vari Mancuso, Pesce, Augias, Scalfari, ecc.) ben vengano libri come questo! Grazie Antonio.

il 24 aprile 2012 alle 11:03 ha scritto:

Quello che sto per scrivere non si discosta da quello che altri hanno già espresso. Purtroppo quando qualcuno come Socci si "permette" di confutare con validi argomenti la storicità di Gesù Figlio di Dio ecco che si alzano le voci acidule di accusatori di apologia, di crociata e quant'altro. Nulla invece da ridire sul tanto fango che ogni giorno viene sparso sulla Chiesa. Grande Socci, grazie per questo libro prezioso.

il 19 novembre 2012 alle 12:22 ha scritto:

Un libro "militante" a volte duro nei toni ma dal quale traspare l'amore, la passione e la personale riconoscenza dell'Autore nei confronti di Chi gli ha donato e cambiato la vita. Degno di nota, per completezza e autorevolezza, l'impianto scientifico che documenta e argomenta le tesi sostenute dall'eccellente Autore.

Libro in condizioni pari al nuovo.


Privo di segni d`usura e di qualunque tipo di danno o vizio.

Trattasi, nella maggior parte dei casi, di libri acquistati da privati o biblioteche pubbliche o private in condizioni pari al nuovo, che vengono ceduti poiché costituiscono doppioni.