Citazione spirituale

Dio non si stanca di perdonare

di

Francesco (Jorge Mario Bergoglio)


Copertina di 'Dio non si stanca di perdonare'
Ingrandisci immagine

EAN 9788830721760

DisponibilitÓ immediata per 1 pezzo
Altri usati da 4,13 €
1 pezzo in stato usato come nuovo 5,90 €4,13 €
Disponibile anche come Prezzo
Libro nuovo 5,90 €5,60 €
Tipo Libro (usato) Titolo Dio non si stanca di perdonare Autore Francesco (Jorge Mario Bergoglio) Editore EMI Editrice Missionaria Italiana EAN 9788830721760 Pagine 64 Data marzo 2014 Altezza 16,5 cm Larghezza 12 cm Collana I libri EMI di papa Francesco
Voto medio degli utenti per «Dio non si stanca di perdonare»: 5 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al pi¨ recente (in basso).

il 13 marzo 2014 alle 12:02 ha scritto:

la grande forza di comunicare caratterizza il nostro Papa, che ama profondamente e non si stanca di fare catechesi, di coinvolgere con semplicitÓ e dottrina ciascuno di noi, Nella Lombardo-

Usato come nuovo:

Libro in condizioni pari al nuovo.

Privo di segni d`usura e di qualunque tipo di danno o vizio.

Trattasi, nella maggior parte dei casi, di libri acquistati da privati o biblioteche pubbliche o private in condizioni pari al nuovo, che vengono ceduti poichÚ costituiscono doppioni.


Usato in buone condizioni:

Libro in buone condizioni generali, del tutto fruibile.

Rispetto ad un libro "come nuovo" presenta per˛ segni di usura che possono essere di vario genere.

I piu frequenti: sottolineato, copertina usurata, pagine ingiallite, orecchie d`asino.

Per ciascun libro sono precisamente indicati i segni di usura che presenta.

Libro in condizioni pari al nuovo.


Privo di segni d`usura e di qualunque tipo di danno o vizio.

Trattasi, nella maggior parte dei casi, di libri acquistati da privati o biblioteche pubbliche o private in condizioni pari al nuovo, che vengono ceduti poichÚ costituiscono doppioni.