Citazione spirituale

L'angelo della mia vita

di

Dalila Di Lazzaro


Copertina di 'L'angelo della mia vita'
Ingrandisci immagine

Disponibilità immediata per 1 pezzo
Disponibile anche come Prezzo
Libro nuovo 13,50 €
Stato del prodotto
Tipo Libro (usato) Titolo L'angelo della mia vita Autore Dalila Di Lazzaro Editore Piemme EAN 9788838468490 Data gennaio 2008
Voto medio degli utenti per «L'angelo della mia vita»: 3 su 5 (11 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 6 marzo 2008 alle 13:47 ha scritto:

Nel suo libro parla della perdita di suo figlio e in un capitolo sottolinea la grande differenza che esiste tra la perdita di un figlio,che è parte di te e la perdita di un genitore che,prima o dopo, bisogna affrontare e accettare.Io sono una ragazza di 19 anni ed ho perso mia madre appena due mesi fa..Mia madre era la mia più grande amica,la mia più grande confidente,la persona che mi conosceva meglio di tutti che ha sempre rinunciato a tutti per i suoi figli,affrontando molte difficoltà quotidiane da sola,in quanto mio padre era spesso assente per lavoro.Ciò che mia madre rappresenta per me è inspiegabile..Ha lottato 14 anni, contro un tumore sconfitto ben 6 volte.Il "match"si è concluso 6 a 1.La malattia ha vinto solo una volta,ma è bastata per portarmela via...le racconto tutto questo non certo per mettere in dubbio ciò che ha scritto nel suo libro..Anzi,pur non essendo mai stata madre,riesco comunque ad immaginare ciò che si può provare di fronte ad una perdita tanto grande ed è sicuramente un dolore che va ben oltre il mio...
Nonostante tutto leggere il suo libro mi dà la forza di piangere e, anche se ancora molto flebilmente, di credere in qualcosa che vada aldilà della vita terrena.
Non nascondo che provo fastidio nel rendermi conto che mia madre ancora non mi abbia mai mandato messaggi...eppure ne parlavamo insieme,affrontavamo spesso il discorso,seppur con leggerezza, di un'eventuale morte..credo lo facesse per prepararmi comunque incosciamente,perchè lei era così.. .Le chiedevo, se un giorno non ci fosse stata più,di darmi qualche segnale,di aiutarmi a credere...scherzosamente mi diceva che sarebbe venuta a mordermi i piedi di notte...Spesso la sogno, sogno delle giornate trascorse con lei...Spesso sogno di sapere già che deve morire e di aspettare con paura la sua morte...perchè tutto mi aspettavo ma non certo che morisse...Perchè son cresiuta con l'idea che mia madre,con la sua grandissima forza d'animo, fosse in grado di affrontare e sconfiggere qualsiasi malattia...
Mi rendo conto di star parlando solo di me,pittosto che parlare del suo libro...ma mentre leggevo le prime pagine ho sentito il forte bisogno di scrivere qualcosa della mia esperienza..
Con affetto
Alexandra

il 30 ottobre 2008 alle 20:02 ha scritto:

Il libro in alcuni tratti e' noioso perche' parla solo di lei
Interessante quando ci sono i disegni dei segnali di suo figlio
Io ho perso da poco una nonna e Vi assicuro che anche se aveva un'eta' diversa dal figlio della signora,
il dolore e' grande e a volte scorgo i suoi segnali, molto belli.
Occorre crederci
un saluto

il 1 febbraio 2009 alle 01:41 ha scritto:

Capisco la signora Di Lazzaro, capisco il suo dolore, tremendo insopportabile per qualsiasi essere umano..
anch'io ho perso un figlio..e solo la fede solo aggrappandomi ad essa, nn sono impazzita
Ho cercato mio figlio..lo cercavo..sono andata da una mistica e questa mistica conosciuta in tutto il mondo oltre ad essere stata x me una guida spirituale grande, mi ha dato la speranza che forse lassu' i nostri figli adesso sono Angeli..e toglierei il forse..si sono Angeli..Lascio un'abbraccio alla signora Di Lazzaro .

il 16 marzo 2009 alle 14:24 ha scritto:

"...Christian ha cominciato a inviarle segni della sua presenza, a partire da una lettera, scritta da una MEDIUM, in cui assicurava alla mamma che le sarebbe stato sempre accanto, come uno dei suoi angeli."

Non so quale si la fede della Sig.ra Di Lazzaro ma non penso che ricevere messaggi dai morti per mezzo di una medium sia conforme al Vangelo di Gesù Cristo...

"Non si trovi in mezzo a te chi immola, facendoli passare per il fuoco, il suo figlio o la sua figlia, né chi esercita la divinazione o il sortilegio o l'augurio o la magia; né chi faccia incantesimi, né chi consulti gli spiriti o gli indovini, né chi interroghi i morti, perché chiunque fa queste cose è in abominio al Signore;" (Deuteronomio 18, 10-12)

ATTENZIONE!!! Gli spiriti che si manifestano per mezzo di un medium non sono ne angeli del Signore ne anime dei defunti (come cercano di fare credere mentendo), quindi lascio a voi la conclusione...

"...Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna." Gv 8, 44

il 19 aprile 2009 alle 11:16 ha scritto:

Sono una mamma anche io di due ragazzi. stanno bene e sono sereni; ma la lettura del libro della Sig.ra Dalila mi ha fatto riflettere sulla mia fortuna e adesso guardo i miei figli con più attenzione ed amore....... li ascolto di più, lascio di fare i soliti servizi di casa per essere più presente!!!! Spesso non ci fermiamo a pensare che la vita è un dono dispensato giorno per giorno e bisogna goderselo tutto. Brava Sig.ra Dalila che con il tuo libro mi hai fatto pensare e forse sono diventata più buona ......Grazie e ti auguro, con tutto il cuore, di trovare la giusta strada per la tua guarigione, perchè chi fà del bene anche con un sorriso, bene raccoglierà.

il 13 agosto 2009 alle 18:30 ha scritto:

Non capisco come si possa vendere in una libreria cattolica un libro in cui si parla di messaggi ricevuti tramite medium....questo é puro spiritismo e percio´contrario alle leggi di Dio.
Inaccettabile, i morti non parlano tramite i medium...é tipico di satana o di qualche angelo ribelle...attenti...

il 23 febbraio 2010 alle 13:30 ha scritto:

Innanzitutto la ringrazio del bel libro che lei ha scritto e che a me personalmente ha toccato molto.
Due anni fa' la mia dolce mamma è andata via da questa vita terrena e con lei avevo un rapporto
bellissimo..le sono stata vicina fino al triste giorno della sua morte e me la sono accudita fino al suo ultimo suo respiro...Sapevo che mi doveva lasciare ..
Un giorno, quando stava molto male, a causa della sua malattia gli ho detto: "Il mio cuore è il tuo cuore e qualsiasi cosa succeda a una delle due sarai sempre nel mio cuore"...
Dopo un anno dalla sua morte sono iniziati i segnali attraverso i cuoricini anche nelle più piccole cose quotidiane come ad esempio nelle fette biscottate, nella cenere della sigaretta, nel gelato, nel cotone idrofilo etc...questi cuori li ho sempre interpretati come la presenza di mia mamma che mi è vicina con il suo cuore e la sua anima..lei mi dà forza e mi aiuta ad andare avanti e affrontare le difficoltà di questa vita...sono sicura che questi segnali avvengono quando c'è un vero amore e un forte legame fra due persone e non tutti riescono a percepirli...Mi sono resa conto che questi segnali non erano frutto della mia fantasia quando ho letto questo meraviglioso libro il quale ci fa capire che i nostri defunti sono vicino a noi e che loro si trovano in una dimensione spirituale..Grazie Dalila perchè lei parla con il cuore e riesce a toccare i cuori dei lettori come è successo a me...Cari Saluti..

il 4 gennaio 2011 alle 20:09 ha scritto:

Ciao, ho scoperto da poco i tuoi libri, li ho letti in pochissimo tempo; sono molto belli e lasciano un segno nel cuore delle persone. Sei una donna molto forte, hai saputo rialsarti in ogni difficoltà e delusione. Hai saputo trasmettere delle sensazioni attratti magnifiche a tratti struggenti, io non posso capirti per il dolore di tuo figlio, ma posso capirti per il dolore cronico con cui devi convivere ogni giorno. Il mio è minore mi permette ancora di essere paezialmente autonoma, però mi hai dato la forza di reagire e di non abbattermi......grazie e poi volevo ringraziarti di avermi fatto capire quanto sono fortunata, di poter gioire ogni giorno ne vedere e sentire le mie figlie..........ti auguro di trovare un medico che possa alleviare il tuo dolore fisico.

il 12 luglio 2011 alle 12:20 ha scritto:

ho 26 anni.vivo un'esperienza analoga a quella di dalila di lazzaro. ho perso una persona molto importante e dopo qualche anno dalla sua scomparsa ho cominciato a notare intorno a me questa presenza... trovo cuori intorno a me...soprattutto in occasioni particolari... credo in tutto questo... i defunti non ci lasciano mai soli..

il 3 febbraio 2012 alle 12:20 ha scritto:

" Ciao Dalila sono Caterina, ho letto la tua biografia “ L’angelo della mia vita” e per ovvie ragioni mi sono fermata a riflettere. Forse questa mia non ti lusingherà affatto, ma non sei più la vip che si è stragoduta la vita finché ha potuto, ora sei caduta dentro una cerchia di persone comuni (o quasi) che devono fare i conti con i soldi che non bastano e altre cose che non vanno. Soffrire un po’ nei casi di persone come te provenienti dal mondo facile dello spettacolo, può anche starci bene. Hai usufruito di vantaggi che ti hanno spalancato le porte senza che tu abbia fatto nessuna fatica. Avere manager, domestiche, segretarie e quant’altro è un lusso non di poco conto per una persona come te, semplicemente bella. Non è questo il punto che particolarmente mi irrita, quanto il fatto che per varie ragioni di cui NON sei minimamente CONSAPEVOLE, continui ad essere una persona a dir poco FALSA. Per cominciare nell’introduzione di questo tuo godereccio libro scrivi queste testuali parole: “se esistono persone che vi predicono il futuro, non date loro retta” e siccome sei molto “coerente”, ti faccio un elenco di fattucchiere che tu stessa hai citato, frequentato, e consigliato di andare ad altre tue amiche: 1) Aurora, stupefacente donna cui ti rivolgevi con assiduità per leggerti il futuro nei fondi del caffè; 2) il cartomante che per scherzare incontri per l’amica della tua amica; 3) l’astrologa sensitiva che possedeva un particolare sesto senso; 4) Assia che dalla Bulgaria con le sue caldi mani fa miracoli; 5) nonna Luisa che dall’aldilà, dopo le invocazioni, fa vibrare le fiammelle delle candele portandovi nuove speranze, mi fermo qui poiché mi sto innervosendo. Dopo questo almanacco di stregoni, potresti semplicemente dire: “Signori fate come me, che predico bene e razzolo male e grazie a Dio non sono famosa per la mia intelligenza!”. Un’altra cosa che mi fa seriamente pensare, “l’innocenza delle gote tue, due arance ancor più rosse” la conosci questa canzone ? Ti senti così ? Una verginella ingenua e innocente a cui ripugnano gli uomini ricchi potenti e famosi, ma con i quali ti sei divertita fino a quando ti ha fatto comodo!? Perbacco!! Sei stata anche violentata da un riccone in una suite a cinque stelle; se quello che pensi subito si avvera, come mai ti sei fatta ……… da un miliardario? Il riccone secondo te aveva bisogno di un pretesto per saltarti addosso? O sei stata tu che pur sapendo che era un uomo senza niente dentro, (ma le tasche piene) non divorziato e con figli, l’hai frequentato ugualmente ?! Ti sei comportata come una cortigiana di turno, altro che amica di tutti!! Ti piacciono i rubini !!?....adesso vado a pagina 166 e ti riporto quello che hai scritto “ io avevo con me un rubino e ho chiesto che con i loro riti facessero in modo che questa pietra preziosa servisse ad allontana re la cattiveria altrui” ed infine aggiungi “ero un po’ timorosa a portarlo, anche per il valore che aveva, ma soprattutto perché non amo indossare cose legate a dei riti magici”. Sai che penso? La formula sul rubino deve aver funzionato….si è liberato di te. Scusami, potrei chiederti come mai nella tua vita ti sei data tanto data da fare per divertirti? Mentre ti trastullavi con i tuoi tanti amici in giro per il mondo, chi accudiva il tuo adorato figlio? Come mai nella tua vita non hai frequentato la classe operaia o dipendenti statali? Perché dopo quelle dolci notti d’amore passate con il “nazzareno” non sei partita per l’India con lui ad aiutare la povera gente? Perché ti ripugnavano le borse create dai lebbrosi? I requisiti morali che hai, sono identici alle persone che hai frequentato; domandati quali sono! Bene, e siccome siamo entrati nel nuovo anno, ci auguriamo tutti che tu possa trovare qualcosa che non ti somigli affatto…… un po’ di sana COERENZA. "

il 3 febbraio 2014 alle 12:26 ha scritto:

Niente è più potente della suggestione. Nessun morto verrà mai 'indietro' o potrà mai cercare un contatto con voi.
La perdita di un figlio è un dolore tremendo soprattutto per una madre pertanto posso capire l'ostinazione, la cieca creduloneria, a convincersi (o sperare) che il figlio - ormai in qualche modo possa ancora comunicare qualcosa.

Mah, mi spiace dirlo ma qui sarebbe più utile uno psicologo. Auguri!

Libro in condizioni pari al nuovo.


Privo di segni d`usura e di qualunque tipo di danno o vizio.

Trattasi, nella maggior parte dei casi, di libri acquistati da privati o biblioteche pubbliche o private in condizioni pari al nuovo, che vengono ceduti poiché costituiscono doppioni.