Citazione spirituale

Citazione di spiritualità del giorno

Patientia, vocabolo in cui giace il "patire", non segnala alcunché di negativo: patior infatti è resistere, restare fermo, ma anche ammettere, permettere. Significa sopportare, certamente, ma anche "lasciare che".

Carla Canullo

Ricevila anche tu
Inserisci qui sotto la tua mail per ricevere ogni giorno una citazione di spiritualità:


Citazioni di Alberto Maggi La follia di Dio

domenica 24 maggio 2020

Tratta da "L'ultima beatitudine", marzo 2020, Garzanti Libri


La morte non è la perdita della vita, ma la sua piena realizzazione, il suo compimento; la morte non risucchia la vita, ma la vita assorbe in sé stessa la morte.

-  Alberto Maggi -

giovedì 21 maggio 2020

Tratta da "L'ultima beatitudine", marzo 2020, Garzanti Libri


Quel che il nascituro fino a poco prima aveva sperimentato nel tempo del suo sviluppo e della sua crescita, dentro il seno della madre, non era che un'eco lontana, ovattato, dello splendore di luce, di colori, di suoni e di amore che lo aspettava.

-  Alberto Maggi -

mercoledì 13 maggio 2020

Tratta da "L'ultima beatitudine", marzo 2020, Garzanti Libri


Il momento del lutto non è tempo di parole ma di silenzio, di presenza che supplica l'assenza, di forza che si faccia carico della debolezza.

-  Alberto Maggi -

sabato 9 maggio 2020

Tratta da "L'ultima beatitudine", marzo 2020, Garzanti Libri


I limiti connaturali dell'essere umano certamente non gli permettono di accogliere l'immensità dell'infinito, che può essere percepito solo per frammenti, sufficienti però per avere la consapevolezza di vivere circondato dal mistero della Vita e dell'Amore.

-  Alberto Maggi -

martedì 11 dicembre 2018

Tratta da "C'è un tempo per ogni cosa", novembre 2018, Paoline Edizioni


È importante in ogni situazione, anche nelle più difficili, sapere che il Signore tutto trasforma in bene.

-  Alberto Maggi -

giovedì 7 giugno 2018

Tratta da "Di questi tempi", giugno 2018, Garzanti Libri


Accantonando un passato che è bello solo perché è passato, quindi in parte dimenticato o idealizzato, si può vivere serenemente il presente e andare incontro fiduciosi al futuro, confidando in quel Gesù che assicura: «Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di sé stesso» (Mt 6,34).

-  Alberto Maggi -

lunedì 4 giugno 2018

Tratta da "Di questi tempi", giugno 2018, Garzanti Libri


La diffidenza mai sopita verso lo straniero, il sospetto per l'appartenente a un'altra religione, il risentimento verso quanti si pensa vengano a rubare posti di lavoro e benessere, l'ansia crescente verso l'avanzata inarrestabile dell'invasione da parte di popoli disperati che fuggono dalla guerra e dalla miseria, diventano una miscela tossica capace di atrofizzare i naturali sentimenti di umanità.

-  Alberto Maggi -

domenica 3 giugno 2018

Tratta da "Di questi tempi", giugno 2018, Garzanti Libri


Chi insulta l'altro, chi mostra il proprio disprezzo, chi esclude l'altro dalla propria vita non ha nulla da spartire con Gesù Cristo e non può in alcun modo definirsi cristiano.

-  Alberto Maggi -

venerdì 5 dicembre 2014

Tratta da "La follia di Dio", settembre 2010, Cittadella


Il Cristo non chiede di dare la vita per lui, ma chiede di essere capaci di donare la vita con lui e come lui, come aveva ben compreso Tommaso ("Andiamo anche noi a morire con lui", Gv 11,16)

-  Alberto Maggi La follia di Dio -

giovedì 4 dicembre 2014

Tratta da "La follia di Dio", settembre 2010, Cittadella


Per quanti hanno come valore principale della propria esistenza l'interesse e l'ambizione, questo è posto al di sopra di qualsiasi verità, e tutto gli viene sottomesso e condizionato, perché, conclude amaro l'evangelista «amavano la gloria degli uomini più della gloria di Dio» (Gv 12,43).

-  Alberto Maggi La follia di Dio -