Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Citazione spirituale

La bella Kin. Racconti di un'esperienza africana

di

Giovanni Fumagalli


Copertina di 'La bella Kin. Racconti di un'esperienza africana'
Ingrandisci immagine

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione fino al 01/05/2017 [scade tra 2 giorni]
Descrizione
Tipo Libro Titolo La bella Kin. Racconti di un'esperienza africana Autore Editore EMI Editrice Missionaria Italiana EAN 9788830717633 Pagine 128 Data gennaio 2008 Peso 144 grammi Dimensioni 14 x 21 cm Collana Strumenti di animazione missionaria
Voto medio degli utenti per «La bella Kin. Racconti di un'esperienza africana»: 5 su 5 (19 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 28 luglio 2008 alle 18:59 ha scritto:

La bella Kin ha il grande pregio di aiutare a capire con maggior profondità l'esperienza del volontario in Africa. il laico missionario si pone come una figura intermedia tra il padre o le suore, i cui ruoli molto chiari e definiti, a volte inpediscono loro di vivere quel contatto e quella vicinanza con le persone che invece è permessa al volontario. Eleno ci mostra come entrare con semplicità e rispetto nella quotidianità delle persone diventanto loro amico...lo definisco un ottimo racconto leggetelo ne vale la pena...sono nove euro spesi bene...Betti

il 1 agosto 2008 alle 12:23 ha scritto:

l'ho letto tutto in un fiato, una pagina tirava laltra ne vale proprio la pena...lo consiglio a chi sta cercando una risposta dalla propria vita...

il 1 agosto 2008 alle 12:44 ha scritto:

bellissimo gio!!!!!! mi è piaciuto molto tutta la storia, ma in particolare l'epilogo con la storia del maratoneta!! complimenti!!!!!! annalisa

il 1 agosto 2008 alle 20:53 ha scritto:

Leggendo queste pagine, scritte con uno stile semplice e diretto, si ha la netta sensazione di essere presi per mano dal protagonista per rivivere tutte le sue tappe della sua esperienza di volontario, assaporando fatiche e difficoltà, ma pure gioie e vittorie, introducendoci non in una fredda conoscenza, ma in un ambiente famigliare, reale con persone che ha conosciuto e con le quali ha cercato di condividere una parte della sua vita. Io non ho mai fatto un viaggio in Africa, ma nel frattempo che leggevo la bella kin mi sembrava di essere la sul posto, credo di aver preso il mal d'africa. Posso dire di essermi emozionata.

il 2 agosto 2008 alle 09:05 ha scritto:

La bella kin ha il pregio di aiutre a capire con maggior profondità l'esperienza del volontario in Africa. Il protagonista che è partito con l'idea di fare e cosatruire, si rende conto che si può godere dell'essere meno che sentirsi di più...insomma un buon racconto da "bersi" tutto in un fiato e scoprire che è veramente una buona "bevanda"

il 20 settembre 2008 alle 11:30 ha scritto:

Vorrei lasciare solo due parole riguardo questi racconti, profondi, veri.

il 27 settembre 2008 alle 20:40 ha scritto:

Mi è piaciuto, sembra molto vero, scritto sulla propria pelle, si sentono proprio i battiti dell'autore, complimenti.

il 27 settembre 2008 alle 20:45 ha scritto:

Bravo, mi hai fatto volare, ho toccato con mano, ciò che ho sempre sognato, ovvero cercare di essere veri, vivi, cercando di toglierci le varie maschere che portiamo, cioè, rimettere la mela sull'albero senza vergonia di aver fatto qualcosa che non si doveva.

il 22 ottobre 2008 alle 19:18 ha scritto:

Discreto...semplice che va dritto al cuore...tutti lo possono leggere e capire...certi scrittori dovrebbero prenderne esempio...

, marcolongoni@yahoo.it il 22 dicembre 2008 alle 11:00 ha scritto:

Mi associo ai giudizia positivi su questo libro. Il caro amico Giovanni, soprannominato a Kinshasa "don Bosco" e ricordato ancora oggi con affetto e simpatia dalla gente di Saint Mukasa, mi ha ritrasmesso e ricordato le emozioni, le impressioni che si hanno quando si vive per un periodo medio-lungo un'esperienza missionaria diretta, a contatto con la gente, con le tante persone che affollano le stradine dei quartieri popolari di "Kinshasa la belle". Dal libro traspare l'esperienza vissuta dall'autore, sicuramente intensa, vera, fatta di rapporti personali con la gente, pur nella consapevolezza dell'impossibilità di penetrare fino in fondo in quella cultura e quel pensare africano-congolese che, anche per chi ha vissuta là per (pochi o tanti) anni, rimane un mistero da scoprire.

il 26 gennaio 2009 alle 19:13 ha scritto:

A Natale ho ricevuto la bella kin come regalo, mi sono detta: il solito racconto missionario! in effetti dopo la lettura mi sono dovuta ricredere, ritengo lo scritto discreto, per me vale la pena leggerlo; semplice come il battito del cuore, ma vitale.

il 4 febbraio 2009 alle 19:32 ha scritto:

Credo che sia vero...come una "loffia"...silenzioso ti prende...forse un po' "goffo" come il lofocero...o schivo come i lofiformi...ma logaedico...adatto per tutte le eta da 10 anni a 100...complimenti...

il 9 ottobre 2009 alle 21:30 ha scritto:

Voici un roman touché par la grace...a insufflé une lumineuse et délicate magi à cette Historie de "La bella Kin"...

il 13 novembre 2009 alle 14:07 ha scritto:

Non ho parole, sono già stata in terra d'africa, mi ci sono ritrovata...vale la pena leggerlo.

il 8 giugno 2010 alle 13:44 ha scritto:

Ho appena letto la bella kin...bello.

il 7 luglio 2010 alle 12:51 ha scritto:

Ho avuto modo di leggere questo libro...ne ha valso la pena.

il 25 marzo 2011 alle 08:56 ha scritto:

Un bel racconto. Credo che sia vero, vissuto, scritto col cuore senza pretese di arrivare chissà dove.

il 4 ottobre 2011 alle 20:29 ha scritto:

Ho avuto modo di leggere la bella kin; giudizio positivo ;-)

il 5 settembre 2014 alle 07:24 ha scritto:

Ho riletto questo libro dell'amico Giovanni dopo 6 anni ed è bello, leggendo queste pagine, rivivere l'esperienza africana e riassaporare le sensazioni, gli odori e le contaminazioni che la bella Kin ci trasmette.