Citazione spirituale

Libro dell'Esodo. Testo CEI 2008. Introduzione e note dalla Bibbia di Gerusalemme

-

Testo ebraico e traduzione interlineare italiano

 


Copertina di 'Libro dell'Esodo. Testo CEI 2008. Introduzione e note dalla Bibbia di Gerusalemme'
Ingrandisci immagine

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo Libro dell'Esodo. Testo CEI 2008. Introduzione e note dalla Bibbia di Gerusalemme - Testo ebraico e traduzione interlineare italiano A cura di Roberto Reggi Editore Edizioni Dehoniane Bologna EAN 9788810224083 Pagine 216 Data gennaio 2016 Peso 242 grammi Altezza 19 cm Larghezza 13 cm Profondità 1,2 cm Collana Doppio verso
Voto medio degli utenti per «Libro dell'Esodo. Testo CEI 2008. Introduzione e note dalla Bibbia di Gerusalemme»: 3 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 10 marzo 2016 alle 01:14 ha scritto:

Sono un diacono tedesco, ho studiato teologia universitaria in Germania ed Israele. Ho lavorata alcuni anni nell'ambito di una missione cattolica italiana negli anni novanta del secolo scorso ed ho ripreso questo lavoro dopo la pensione.
Il libro ha una bella misura ed è facile da portare con se. Così posso portare una porzione della bibbia con me per studiarla anche sul cammino.
Purtroppo sono due libri in uno. Il testo della CEI non si trova sulla pagina vicina. Si legge il testo della CEI 2008 da una copertina. Quando si gira il libro, si trova l'inizio del testo ebraico.
La traduzione in italiano segue il testo della CEI 2008 e contiene i commenti della Bibbia di Gerusalemme. Non ho trovato la data, quando il commentario della Bibbia di Gerusalemme é stata finita. A me mancano gli sviluppi degli ultime anni (canonical approach, influssi della teoria della communicazione).
L'introduzione al testo ebraico è precisa. Serve una conoscenza di base dell'ebraico biblico per capire la soluzione del redattore. Non ci sono le "nikkudim", punti sopra e sotto il testo, che indicano secondo l'idea dei masoreti como pronunciare e cantare il testo. Non vorrei cantare il testo - indicano anche la struttura sintattica. Il sistema dei capitoi e versi è ancora più giovane.
Si dice che la traduzione del testo non segue sempre la traduzione della Cei. Una lista di questi cambiamenti manca.
Una cosa meravigliosa e preziosa per me è il modo come nella tradizione ebraica il capitolo 15 del testo è scritto: L'immagine del modo di scrivere mostra un muro di pietre. Il scritto sono le pietre e c'é spazio.
Sarebbe meglio trovare il testo ebraico accanto al testo italiano. Su un lato il testo della CEI con spazio per annotazioni e sull'altro lato il testo interlineare. Questo sarebbe idoneo non solo per lo studio personale ma anche per la lettura con gruppi. Ho sperimentato che usare un computer puó creare delle difficoltà. Con il testo ebraico accanto posso mostrare informazioni che sono proprio al testo ebraico. Le mure del mar rosso; un verbo che viene repetuto nel testo, difficoltá nel testo perchè e mal tradotto o nel tradimento in altre culture e lingue.
Molto bella e l'idea di aiutare a trovare il lemma di una parola, quando la parola non mostra tutti le consonanti di una lemma. Si trova il consonante sopra della parola.
Io per me personale volevo studiare, meditare il testo italiano accanto al testo ebraico. Non è cosi facile, come speravo.