Citazione spirituale

Turzovka, la Lourdes della Slovacchia

-

e altre apparizioni mariane

 


Copertina di 'Turzovka, la Lourdes della Slovacchia'
Ingrandisci immagine

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
In promozione fino al 26/05/2019 scade tra 4 ore e 36 minuti
Descrizione
Tipo Libro Titolo Turzovka, la Lourdes della Slovacchia - e altre apparizioni mariane Editore Edizioni Segno EAN 9788893182140 Data luglio 2017
Voto medio degli utenti per «Turzovka, la Lourdes della Slovacchia»: 5 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 15 aprile 2019 alle 13:43 ha scritto:

L'anno 1958 -100 anni dopo Lourdes- la Madre di Dio è apparsa in Turzovka alla guardia forestale Mattia Lauschut. Quest'uomo dovette subire anni di prigionia e di persecuzioni per aver detto che gli era apparsa la Madonna, ma non si piegò e rimase fermo nelle sue affermazioni, sostenendo di aver effettivamente visto la Madonna, la quale aveva comunicato con lui e gli aveva affidato dei messaggi. Tutte le sofferenze e le angherie subite non valsero a fargli sconfessare quanto prima aveva affermato. Egli lo ridisse sotto giuramento, davanti a una commissione ecclesiastica di inchiesta: se gli uomini non si convertiranno a Dio, piomberà su di loro un grande castigo e giudizio di Dio e gran parte della terra sarà distrutta. La Madonna gli fa vedere una carta geografica del mondo con segnati i confini fra terra e mare; non sono segnati invece i singoli Stati. La carta geografica è coperta con tre colori: il colore azzurro indica il mare, il colore giallo il male e i castighi. Sulla tavoletta sta scritto: le pianure sono peggiori e quindi saranno distrutte prima, le zone verdi vicine ai monti avranno prima la speranza della salvezza, alla fine è scritto: Fate Penitenza! Pregate per i sacerdoti! Recitate il Santo Rosario! La seconda immagine raffigura il male che avanza nel mondo, per cui il colore giallo si allarga e cancella il verde. Nella terza immagine il colore giallo sommerge e ricopre tutta la terra e dalle nubi cade una pioggia di fuoco. Lo scritto dice: se gli uomini non si correggeranno, verranno castighi e catastrofi paurose -sporadiche o frequenti- e gli uomini saranno spazzati via in varie maniere. Laschut vede giganteschi crateri ed esplosioni che scaraventano su dall'abisso un pauroso contenuto che scuote a distanza quanto sta attorno. Dove cade questa sostanza o questa materia cessa ogni forma di vita. La settima immagine è confortante. Il globo è illuminato dal sole, su di esso si vede una fioritura, accordo e pace. Sulla cima sta la Nostra Signora di Lourdes con il Rosario in mano, lo mostra a tutti i popoli come segno che con esso e per mezzo di esso possono raggiungere il benessere, la pace, la tranquillità. Dipende tutto e solo dagli uomini, se faranno penitenza e cambieranno vita. Solo così si potranno salvare. Per questo motivo la Regina del Cielo scende a noi, per ammonirci, avvertirci, incoraggiarci e aiutarci, perché la potenza del maligno è paurosa. Laschut comprende quanta gioia dà e quanta forza infonda questa preghiera in colui che ha fede. Migliorare la propria condotta, vincere se stessi, adempiere fedelmente il proprio dovere e ciò che Dio ordina con i suoi comandamenti e attraverso la coscienza. La Vergine Maria è la Madre di tutti gli uomini senza distinzione, Lei vuole bene a tutti e vuole solo la salvezza e il bene. Facciamo quello che essa desidera, perché Lei ci manifesta il volere di Dio. La Madonna desidera che recitiamo ogni giorno il Santo Rosario, che preghiamo per i sacerdoti e per i religiosi, che facciamo penitenza. Chiediamo di avere una fede grande, viva, essa è la forza che ci dona tutto. Un cristiano, un cattolico non ha niente da temere, egli ha accanto a sé il più grande dei Re e la più grande Regina. Gettate via il peccato e destate il male. Se non fate questo, ogni sforzo è vano e inutile. Dove c'è anche un solo pensiero cattivo, Dio non è presente. Combattete contro voi stessi, allontanate i pensieri cattivi e vincete la superbia. Cuori superbi non possono servire Dio. La superbia rende impossibile la concordia nella vita matrimoniale, rende impossibile una convivenza serena e pacifica nel matrimonio; la superbia non lascia vivere in pace né con i vicini, né con la società. Cerchiamo di essere comprensivi, siamo retti e imparziali: andiamo in chiesa, comportiamoci bene e sforziamoci di andarvi spesso con fede alla Messa. Chiedete di aver maggior amore, maggior carità, siate buoni, non preoccupatevi di quello che pensano di voi e come sono gli altri datevi da fare per imparare il più possibile dai buoni. Con il Rosario si ottiene forza per fare la penitenza, non c'è penitenza senza preghiera e non c'è preghiera senza penitenza; e senza preghiera non c'è forza. La penitenza è una necessità fondamentale per salvarsi. Facciamo penitenza per le povere anime del purgatorio. Esse aspettano il nostro aiuto perché devono riparare adesso quello che non hanno espiato sulla terra. Noi dobbiamo pregare molto per i sacerdoti, per i buoni, perché progrediscono; per i pericolanti, perché vengano riempiti di Dio. La penitenza è allontanarsi dal male. Il lasciar da parte vecchie abitudini, il lottare contro la propria natura e il proprio carattere è difficile, ma se la grazia di Dio trionfa in noi allora la penitenza ci promette la vita gioiosa dei figli di Dio. Se una cosa ti porta al bene accettalo, altrimenti lasciala stare. Senza una grande fiducia nessuno può venir guarito, anche se prega molto. Nessuna preghiera è fatta invano. E' difficile riavvicinare a Dio un'anima e ci vogliono tante preghiere, specie se quest'anima è caduta nella tiepidezza. L'ira di Dio può essere evitata solo con la penitenza, con la conversione dei peccatori, con recitar la preghiera del Santo Rosario. La Madonna desidera che noi portiamo questo messaggio a tutti gli uomini, che ci è possibile avvicinare o raggiungere colui che ha preso la via della preghiera, non ha nulla da temere, diffonda pure questa preghiera che è il Rosario egli sarà nella grazia di Dio. Maria è la messaggera di Dio. Recitiamo ogni giorno una corona del Santo Rosario con i cinque misteri, possibilmente raccolti in famiglia e in ginocchio. Riconciliamoci con Dio e con gli uomini. Lasciamo il peccato, cambiamo la nostra vita. Facciamo della Santa Messa e della Santa Comunione il punto centrale della nostra giornata. Riceviamo il Corpo del Signore con rispetto e amore. Abbiamo stima della Santa Confessione.