Citazione spirituale

Dov'è colui che è nato? Alla ricerca del Natale perduto

di

Curtaz Paolo


Copertina di 'Dov'è colui che è nato? Alla ricerca del Natale perduto'
Ingrandisci immagine

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione fino al 15/10/2019 scade tra 3 ore e 1 minuto
Descrizione
Tipo Libro Titolo Dov'è colui che è nato? Alla ricerca del Natale perduto Autore Editore San Paolo Edizioni EAN 9788821566028 Pagine 176 Data ottobre 2009 Peso 194 grammi Altezza 21 cm Larghezza 13,5 cm Profondità 1,5 cm Collana Dimensioni dello spirito
Voto medio degli utenti per «Dov'è colui che è nato? Alla ricerca del Natale perduto»: 4 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 14 dicembre 2009 alle 22:49 ha scritto:

Ho apprezzato in particolare l'abilità di don Paolo di "incarnare" la Buona Notizia nella vita quotidiana, nell'esperienza di tutti: che è poi la caratteristica delle sue omelie domenicali via web. E' molto bello che cominci parlando di se stesso, offrendo in dono al lettore i fatti della sua propria vita, compresi quelli spiacevoli, di cui non si parla volentieri: è il modo migliore per proporre un insegnamento. I tre racconti conclusivi, poi, sono veramente un regalo: molto ben confezionati, davvero toccano le corde del cuore.
Un piccolo neo, secondo me, è l'aver seguito la scia tradizionale del racconto della Natività, con i particolari aggiunti dalla fantasia popolare al testo evangelico (a causa principalmente delle cattive traduzioni): il freddo e il gelo, l'albergo pieno, i pastori miserabili ed emarginati. Sarebbe bello che qualcuno cominciasse a parlare del Natale senza questi dettagli di miseria e rifiuto, che non appartengono agli scritti degli evangelisti. Il rifiuto c'è, ma non da parte degli albergatori! bensì da parte dei potenti. Come dice bene don Paolo, se sei uno che vuole avere sempre e comunque il pieno controllo, se fai affidamento sui tuoi propri mezzi per salvarti, il Natale non è per te.