Citazione spirituale

L'arte di ricominciare

-

I sei giorni della creazione e l'inizio del discernimento

 
di

Fabio Rosini


Copertina di 'L'arte di ricominciare'
Ingrandisci immagine

EAN 9788892213845

Disponibile in 24/48 ore lavorative
In promozione fino al 08/12/2019 scade tra 23 ore e 10 minuti
Descrizione
Tipo Libro Titolo L'arte di ricominciare - I sei giorni della creazione e l'inizio del discernimento Autore Editore San Paolo Edizioni EAN 9788892213845 Pagine 312 Data gennaio 2018 Peso 347 grammi Altezza 21 cm Larghezza 13,5 cm Profondità 2,2 cm Collana Dimensioni dello spirito
Voto medio degli utenti per «L'arte di ricominciare»: 5 su 5 (10 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 11 giugno 2018 alle 14:14 ha scritto:

Ottimo libro l'autore sa attualizzare le verita' della fede nella vita di tutti i giorni entrando nella psicologia umana avvalendosi della pedagigia divina. Don Fabio Rosini un grande sacerdote al vero servizio di Dio

il 15 giugno 2018 alle 19:46 ha scritto:

Il più bello in assoluto. La sola lettura mi ha dato subito un'aiuto spirituale per il discernimento personale e delle persone a me affidate

il 17 luglio 2018 alle 12:33 ha scritto:

Questo libro di don Fabio Rosini ci mostra come anche quando tutti ci sembra perduto, sia possibile ricominciare, sempre. Non è facile: si tratta di un'arte che va appresa con umiltà e a quest'arte ci vuole introdurre il buon don Fabio. Questo è un è percorso esistenziale e spirituale di rigenerazione e discernimento, scandito dai sei giorni del racconto della creazione. Proprio qui troviamo tutto ciò che ci serve per ripartire. Bisogna, però, accettare di coniugare la Parola di Dio con la nostra vita. Solo così, alla fine di tutto questo percorso, potremo dire di essere riusciti a ricostruire la nostra esistenza ed esserci liberati del nostro "falso sé".

il 30 luglio 2018 alle 11:40 ha scritto:

Un dialogo tra don Fabio Rosini ed il lettore , il quale vien " preso per mano" e guidato ad apprendere passo dopo passo come far spazio a Dio nel proprio quotidiano . Una bella guida per comprendere l' importanza del discernimento, relazione - dialogo tra Dio e l' uomo, in ogni scelta di vita. Da leggere, sottolineare e rileggere. Il linguaggio di Don F.Rosini incalzante, simpatico, chiaro e determinato .

il 9 agosto 2018 alle 11:38 ha scritto:

Uno dei libri più belli che abbia mai letto. Penso che don Fabio Rosini abbia dato il meglio di sé nella stesura di questo libro. Già l’introduzione di Marko Ivan Rupnik è davvero favolosa e ti introduce al cuore del discorso. Don Fabio Rosini si vede che è un biblista, ma non un ricercatore, piuttosto un padre ed un pescatore di uomini. Molto bello il fatto che anche lui ha avuto a che fare con Chiara Corbella Petrillo alla quale anche io sono particolarmente legato e devoto. Questo libro mi ha aiutato molto a trovare quali sono i punti fermi, qual è la prima certezza su cui fare perno, quali sono le priorità della mia vita in questo preciso momento della mia esistenza. Don Fabio in questo libro parla di discernimento che non significa capire se uno si deve sposare o fare il prete. Questa è una seconda fase di un’esistenza che è già impastata di comunione con Dio. Per discernimento s’intende quella dinamica che guida interiormente colui che vive al cospetto del Signore. È l’orientamento profondo dell’essere. Non è una singola scelta, ma è insita in tutte le nostre scelte. Il discernimento è la relazione da figli con il Padre che diventa sensibilità, occhio acuto, orecchio intonato. Questo don Fabio Rosini è davvero un maestro spirituale da quello che ho potuto leggere. Cita autori, spirituali e non, con una facilità enorme: spazia da San Vincenzo de’ Paoli a C. S. Lewis, da sant’Agostino a G. K Chesterton. È inutile riassumere il testo in questo breve commento perché renderebbe ridicolo leggere il libro stesso ma lo consiglio davvero a tutti coloro che vogliono fare chiarezza nella propria vita o comunque vogliono iniziare a seguire un cammino serio di fede.

il 6 ottobre 2018 alle 15:39 ha scritto:

L'ultima pubblicazione di don Fabio è una lettura sapienziale, con solide basi esegetiche (rese accessibili a tutti, senza tecnicismi), del capitolo iniziale della Genesi, incipit dell'intera Scrittura.
Versetti letti e ascoltati decine di volte acquisiscono un nuovo spessore, una profondità insospettabile, e i sei giorni della creazione divengono paradigma, ricchissimo di spunti, per le 'ripartenze' nella vita di ciascuno.
E' insomma un testo sorprendente e molto utile per il proprio cammino umano e spirituale.

il 22 novembre 2018 alle 22:17 ha scritto:

Testo essenziale per tutti quei cristiani i quali si stanno impegnando in un cammino di discernimento vocazionale. Don Fabio Rosini - già famoso per il suo importante lavoro come resp. dell'ufficio Vocazioni della diocesi di Roma - affronta questa tematica con la sua sapienza biblica aiutando il lettore ad entrare nel vivo del tema. Grazie ad una lettura esegetica dei primi versi della Genesi, verremo accompagnati sapientemente dalle parole e i gesti di Dio e i - sempre piacevolissimi - consigli di Don Fabio verso una rilettura attenta del nostro vissuto.

il 3 dicembre 2018 alle 17:24 ha scritto:

Raccomando questa lettura specialmente a quelle persone, giovani ma anche meno giovani, che a causa di errori e peccati si sentono "bloccati" se non addirittura disperati. Si tratta proprio di ricominciare...

il 25 dicembre 2018 alle 22:18 ha scritto:

Un libro che tutti dovrebbero leggere. Consigliato sia ai giovani che sono "in ricerca", sia agli adulti che sentono la necessità di un cambiamento di rotta. Si può incontare qualche difficoltà leggendo le prime 40 pagine, poi non si può non restare coinvolti dallo stile appassionato di don Fabio, dalla concretezza del suo pensiero e dall'onestà del suo approccio con il lettore che si sente guidato nella difficile arte del discernimento.

il 2 marzo 2019 alle 11:22 ha scritto:

Libro in cui interessantissimi contenuti e spiegazioni dei testi biblici annegano in pesanti e inutili convoluzioni e meta-commenti colloquiali e ammiccamenti continui interventi con pareri e racconti dell'autore facendo smarrire il punto e rendendo il testo pesante e inutilmente faticoso. Il libro trarrebbe molto beneficio da uno stile più curato, sobrio, e composto. Definire di basso livello il filtro della filosofia greca nel "tradere" il testo biblico riflette un tono di saccenteria che manca di rendere giustizia a una tradizione culturale immensa, anche se inadatta per mentalità e strumenti culturali e concettuali a veicolare il valore semantico del testo ebraico originale e il messaggio legato (il punto dell'autore è condivisibile, peccato sia espresso male). Riferimenti alle donne che si truccano per sforzarsi di apparire belle perché la presentabilità secondo l'autore dura 4-5 anni e poi via, è quanto meno volgarmente, genuinamente, grassamente misogino. Commento che tradisce la solita greve cultura maschilista da vecchio oste di trattoria da carbonara, ma non da chi predica scrivendo pure libri divulgativi che dovrebbero essere letti anche da donne, anche cadenti, ma anche no, e che si truccano, ma anche no, a seconda che vada loro o no, e che a volte perfino capiscono e criticano quel che leggono.