Citazione spirituale

Dietro un sorriso

-

Beata Alexandrina Maria da Costa

 
di

Gabriele Amorth


Copertina di 'Dietro un sorriso'
Ingrandisci immagine

EAN 9788801064056

Disponibile dopo il 22/08 causa chiusura estiva editori/fornitori
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo Dietro un sorriso - Beata Alexandrina Maria da Costa Autore Editore Elledici EAN 9788801064056 Pagine 144 Data luglio 2018 Peso 169 grammi Collana Santi e figure della Famiglia Salesiana
Voto medio degli utenti per «Dietro un sorriso»: 5 su 5 (4 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 13 settembre 2018 alle 17:41 ha scritto:

Un mistero che solo Gesù puo svelare. Come vivere di Dio ed essere crocefissi per amore di Lui.

il 23 luglio 2019 alle 10:23 ha scritto:

Su consiglio di un sacerdote amico, incuriosito presi il libro, pensando di trovarmi degli argomenti che di solito era trattare don Gabriele Amorth, l'autore di questo libro. Come non ricordarsi del nostro don Gabriele, che si è speso per tutta la vita nel liberare le povere anime possedute o disturbate dal maligno? Invece, mi sono trovato a leggere la storia di una giovane donna che si chiamava Alexsandrina Maria da Costa. A 14 anni Alexandrina, cresciuta nel villaggio portoghese di Balazar, salta dalla finestra pur di sfuggire alla violenza di tre uomini. Una caduta di quattro metri che la costringerà paralizzata a letto per oltre trent'anni, senza poter ingerire quasi nulla e si nutrì per gli ultimi tredici anni della sola Eucaristia quotidiana. Ha incarnato perfettamente l'insegnamento di Gesù: "Amate i vostri nemici". Alexandrina ha amato anche coloro che le hanno causato l'infermità che l'ha costretta a letto per lunghissimi anni, ha saputo offrire tutte le sue sofferenze per l'umanità, e il Signore l'ha visitata continuamente con dei doni particolari. Rivisse per 182 volte, ogni venerdì, la Passione di Cristo, soffrendo i dolori delle stimmate, della coronazione di spine e della flagellazione. sembra una storia fuori dal normale per l'eccezionalità delle cose che ha sofferto per amore del suo Gesù. Grande, grandissima Alexandrina, umile sorella nostra che anche se ornata di tanti doni mistici, ha saputo "nascondere" la sua immensa sofferenza dietro quel simpatico e accattivante sorriso che la ritrae nella copertina del libro. Il libro l'ho comprato per mia moglie, ma ha dovuto aspettare. solo tre ore però, perché purtroppo l'ho divorato immediatamente, tanta era scorrevole e appassionate la lettura che mi sono trovato all'ultima pagina senza accorgermi d'averlo terminato. dimenticavo, Gesù le aveva dato l'incarico di comunicare al Papa di allora l'urgenza di consacrare il mondo intero al Cuore Immacolato di Maria, quasi in sintonia con il messaggio di Fatima. Auguro anche a chi non conosce ma vuole "vivere" la storia di questa eccezionale figura di trovare lo stesso "impeto santo" per leggere la sua storia. Ne vale veramente la pena perché oggi, in questo mondo fatto solo di illusioni e vuote prospettive future, ogni tanto "spunta" una figura che ci riporta alla realtà.

il 27 novembre 2020 alle 09:39 ha scritto:

Un sacerdote conosciuto, apprezzato, stimato. Una piccola anima ostia, riparatrice. Due persone davvero intrecciate nel Sacro Mistero della Rivelazione (perchè...se ci abbiamo fatto caso, quando un uomo vuole condividere un segreto con un amico gli dice, di solito,: " ti RIVELO un segreto").
Ecco. Noi cristiani sappiamo che Dio ci ha RIVELATO i suoi segreti, ma ancora oggi si è compiaciuto di scegliere alcune anime che potessero meravigliarsi di questo 'da Cuore a cuore'. Sembra impossibile per i razionalisti atei, eppure, grazie a Dio, È COSI.
"Illumina Domine Vultuum tuus super nos".

il 16 febbraio 2021 alle 22:52 ha scritto:

Libro scritto con molta sobrietà, semplicità e profondità da un uomo di profonda spiritualità: don Gabriele Amorth. Alexandrina in questo testo è descritta con tanta umanità ma nello stesso tempo misticamente radicata in Gesù Cristo. Dietro quel sorriso c'era la sofferenza di chi ha patito i momenti cruciali degli ultimi istanti della vita di Gesù: tutto ciò per un dono gratuito del buon Dio.