Citazione spirituale

Nuovi racconti di un esorcista

di

Amorth Gabriele


Copertina di 'Nuovi racconti di un esorcista'
Ingrandisci immagine

Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
In promozione fino al 24/03/2019 scade tra 1 giorno e 12 ore
Descrizione
Tipo Libro Titolo Nuovi racconti di un esorcista Autore Editore Edizioni Dehoniane Bologna EAN 9788810521052 Pagine 232 Data gennaio 1992 Peso 228 grammi Altezza 19 cm Larghezza 12,5 cm Collana Fede e vita
Voto medio degli utenti per «Nuovi racconti di un esorcista»: 5 su 5 (5 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 19 marzo 2008 alle 16:35 ha scritto:

Imperdibile e superlativo seguito di un Best Seller imperdibile e superlativo. Un libro che cambia la vita e può cambiare la società!

il 15 luglio 2009 alle 11:41 ha scritto:

Libro che apre gli occhi sulla verità del male, sulla potenza di Dio. Scorrevole nella lettura, semplice nella comprensione.
Un testo da divulgare tra religosi e laici.

il 20 aprile 2011 alle 14:25 ha scritto:

Questo libro di Padre Gabriele Amorth scritto nel 1992 è davvero interessante. E' un libro dettagliato e chiaro che tratta in maniera conprensibile a tutti del tema dei "mali malefici", i quali possono colpire l'uomo durante il corso della sua vita. Un libro da non perdere scritto da uno dei più famosi esorcisti del mondo. Tra l'altro contiene tante testimonianze di uomini e donne che in prima persona si sono trovate a lottare con il demonio e per cui è illuminante e molto istruttivo.

il 9 luglio 2018 alle 18:30 ha scritto:

Mi ha aperto gli occhi su di un Mondo, che purtroppo esiste.

il 11 settembre 2018 alle 22:20 ha scritto:

Libro scorrevole e avvincente. Ne consiglio la lettura,in quanto è molto importante venire a conoscenza delle verità che P. AMORTH rivela per metterci in guardia dall'aprire,inconsapevolmente,la porta a Satana. Ha spiegato anche l'importanza di non maledire nessuno,soprattutto i propri figli,ma anzi di pronunciare spesso la parola "Dio ti benedica" e con fede....Sapere cosa è male è tanto importante come la conoscenza del bene,perché il.primo lo eviti,il secondo lo fai.