Citazione spirituale

Tu sei qui: LibriTurismo ReligiosoGerusalemme

Gerusalemme

-

Una storia

 
di

Cardini Franco


Previous
Copertina di 'Gerusalemme'
Next Ingrandisci immagine

EAN 9788815240408

Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
In promozione fino al 15/12/2019 scade tra 1 giorno e 4 ore
Descrizione
Tipo Libro Titolo Gerusalemme - Una storia Autore Editore Il Mulino EAN 9788815240408 Pagine 150 Data novembre 2012 Collana Intersezioni
Voto medio degli utenti per «Gerusalemme»: 4 su 5 (3 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, tmoncelli@libero.it il 20 marzo 2013 alle 09:49 ha scritto:

ho portato il libro Gerusalemme nella spianata delle moschee, con timore ai controlli e ringrazio CARDINI di aver scritto di questa citta con amore e grazia, sono tornata dal viaggio da due giorni e ho nella mente solo la luce di Gerusalemme i suoni la gente il vento...ho nostalgia, il libro mi ha illuminato specialmente la rilettura dopo al ritorno.
Vorrei tornare presto a passeggiare lungo le mura, grazie

il 20 aprile 2013 alle 09:19 ha scritto:

Quella di Cardini è una visione emotiva e, in modo velato, con propensioni filoarabe. Forse perché conosce di più quel mondo, la sua fede e la sua storia. Peraltro, anch'egli cade sulla buccia di banana della santità islamica di Gerusalemme, mentre Corano Adith e tradizione dei primi secoli dimostrano che il rapporto dell'Islam genuino con Al Quds non è quello che certi circoli arabi e gli occidentali in genere ritengono. I musulmani non fanno affatto pellegrinaggi a Gerusalemme. Li fanno a Mecca, a Medina e gli Sciiti anche in altri santuari mesopotamici ed iranici, ma non a Gerusalemme. Sull'Haram es-Sheriff (la spianata del Tempio), dove insistono le moschee Al Aqsa e Qubbet es-Sakhrah, la Cupola della Roccia che non è moschea di Omar come molti erroneamente ritengono, si fa picnic, si gioca a calcio. Non così si fa a Mecca o Medina. Il Corano ritiene Gerusalemme Città Santa e questa interpretazione è comune pure a molti illuminati musulmani di ieri e di oggi, ma in modo diverso da ciò che l'opinione superficiale corrente pensa. L'Islam originale ed autentico ritiene, contrariamente a taluni "storici" arabi attuali i quali negano che gli ebrei abbiano mai abitato in quella terra, che Gerusalemme sia la capitale degli ebrei e che lì essi avevano il loro centro religioso. La storia va detta tutta, altrimenti chi non ha una conoscenza profonda rischia di giungere a conclusioni abborracciate e ingannevoli. Quando la fede viene asservita a intenti politico-ideologici, viene stravolta e allora sì tutto diviene insolubile, ma la questione medio-orientale è tutt'altro che insolubile: basta guardare alla storia con sincerità per rendersene conto.

il 3 febbraio 2014 alle 17:48 ha scritto:

Ho letto il libro prima del viaggio a Gerusalemme, ottobre 2013. Leggere notizie, riflessioni, fatti storici mi è servito per conoscere e vivere meglio la città. Ora che sono tornata, sto rileggendo il libro provando nuove emozioni. Prima possibile tornerò a Gerusalemme, merito anche di Cardini che ringrazio.