Citazione spirituale

La luce in fondo

-

Attraversare i passaggi difficili della vita

 
di

Luigi Maria Epicoco


Copertina di 'La luce in fondo'
Ingrandisci immagine

EAN 9788817149693

Normalmente disponibile in 10/11 giorni lavorativi
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo La luce in fondo - Attraversare i passaggi difficili della vita Autore Editore Rizzoli EAN 9788817149693 Pagine 160 Data settembre 2020 Collana Varia
Voto medio degli utenti per «La luce in fondo»: 5 su 5 (2 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 18 gennaio 2021 alle 08:23 ha scritto:

In questo testo particolare don Luigi affronta le paure, le difficoltà e i sentimenti che tutti stiamo vivendo in questo periodo di pandemia per farci alzare lo sguardo e intravedere quella "luce in fondo" che accompagna i passi di chi crede.

il 25 marzo 2021 alle 17:15 ha scritto:

Un altro bellissimo libro di quest'autore di cui ho letto tantissimo e che stimo. La pandemia del Coronavirus, ed il conseguente lockdown, ha costretto tutta l'Italia, ma anche tutto il mondo, ad incontrarci ed a scontrarci con delle parole che sono diventate quasi familiari. Alcune di queste sono state scelte volutamente dall'autore ed approfondite, nel tentativo di redimerle da una narrazione solamente negativa. Le parole sono: relazioni, solitudine, silenzio, corpo e morte. Se il lockdown è stato il tempo del distanziamento sociale, esso ha fatto certamente tornare alla mente la nostalgia delle relazioni vere, non solo quelle digitali, vuote e senza un contatto fisico. Il tempo del distanziamento sociale ha risvegliato in noi la paura della solitudine, la forzatura di questa condizione ha costretto tutti noi a fare i conti con l'opportunità che è nascosta nella solitudine stessa. La solitudine poi porta con sé il silenzio, che non è essere gettati nel buio, ma varcare la soglia dell'interiorità e scoprire un mondo dentro, un mondo da abitare.
Alla fine del lockdown, anche se un anno dopo siamo più o meno nella stessa condizione di zona rossa, non possiamo lasciare che le cose che ci hanno gettato nel buio e nello sconforto abbiano il potere di segnare la nostra esistenza, ma dobbiamo scoprire il bene nascosto in quel buio, in quello sconforto, in questo periodo che ha segnato indelebilmente la nostra vita, soprattutto quella degli adolescenti e dei bambini. La "luce in fondo" è cercare la benedizione in ciò che abbiamo vissuto come maledizione, cercare un bene nascosto in ciò che ci ha destabilizzati. La morte non avrà l'ultima parola nella nostra vita. Ottima riflessione, soprattutto in questo periodo di quaresima.