Citazione spirituale

Posso fare ciò che voglio?

-

Adolescenti, scelte e inquietudine

 
di

Marco D'Agostino


Copertina di 'Posso fare ciò che voglio?'
Ingrandisci immagine

EAN 9788821591501

Disponibile in 24/48 ore lavorative
In promozione fino al 08/12/2019 scade tra 19 ore e 47 minuti
Descrizione
Tipo Libro Titolo Posso fare ciò che voglio? - Adolescenti, scelte e inquietudine Autore Editore San Paolo Edizioni EAN 9788821591501 Pagine 192 Data aprile 2014 Peso 180 grammi Altezza 20 cm Larghezza 12,5 cm Profondità 1,3 cm Collana Progetto famiglia
Voto medio degli utenti per «Posso fare ciò che voglio?»: 5 su 5 (2 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, rosolme@tiscali.it il 26 aprile 2014 alle 14:22 ha scritto:

Posso fare ciò che voglio?
Libro che si presenta con un interrogativo, che fa presentire l’argomento chiave: la libertà di scelta. Trattandosi di racconti che vedono come protagonisti degli adolescenti, è facile cadere nella tentazione di accostare il titolo alle “costrizioni” subite e spesso non condivise, che i giovani patiscono da parte degli adulti di riferimento. Chi leggerà il libro si accorgerà che non è proprio così. Proseguono le avventure di Loris. Devo dire che inizialmente ho trovato leggermente stridenti varie riflessioni attribuite al giovane, legittime e appropriate nella testa e nelle parole di un educatore, forse forzate se attribuite alla concezione di vita di un adolescente. La narrazione di don Marco centra il bersaglio, secondo il mio modesto punto di vista, nel condurre il lettore ad uno stato di identificazione in entrambi i personaggi principali: Omar, la persona che vorrei essere, aperta, libera e decisa nelle scelte, anche in quelle controtendenza; Loris, l’individuo che invece mi ritrovo ad essere, ancorato al proprio ego e a tante insicurezze, che mi impediscono di fare il salto di qualità.

il 14 giugno 2015 alle 23:32 ha scritto:

Libro molto bello e molto intrigante. Mi ha appassionato molto di più questo libro rispetto al primo dello stesso autore "A Dio, cosa importa di me?". Questo libro è un misto di emozioni e sensazioni diverse che si sovrappongono molto facilmente. Continuo ad immedesimarmi in questo ragazzo sedicenne/diciassettenne e capisco sempre di più che la vita se non è donata agli altri è sprecata. L'ho capito maggiormente in questo anno scolastico appena concluso. Ho cercato di spronare in tutti i modi gli alunni e sono molto contento e soddisfatto del risultato.