Citazione spirituale

Vivere felici nell'epoca della crisi

-

Istruzioni per l'uso

 
di

Zdzislaw J. Kijas


Copertina di 'Vivere felici nell'epoca della crisi'
Ingrandisci immagine

EAN 9788825034943

Disponibilità immediata
In promozione fino al 30/11/2019
Disponibile anche come Prezzo
E-book 10,50 €
Descrizione
Allegati:
Tipo Libro Titolo Vivere felici nell'epoca della crisi - Istruzioni per l'uso Autore Editore Edizioni Messaggero EAN 9788825034943 Pagine 204 Data giugno 2014 Peso 218 grammi Altezza 12 cm Larghezza 21 cm Collana Problemi & proposte
Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

Indice




Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. ' 5

1. Alla ricerca della vera ricchezza . . . . . . . . . . . » '15
1. I volti mutevoli della ricchezza
e della povertà . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '16
2. Le diverse sfaccettature
della miseria contemporanea . . . . . . . . . . . . . . » '19
3. Povero è colui che non pensa . . . . . . . . . . . » '21
4. La vera ricchezza è la volontà di creare . . . . » '24
5. Ricchezza è aiutare gli altri . . . . . . . . . . . . . . » '25

2. È una grande sventura la povertà
di belle aspirazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '29
1. Dalla povertà alla ricchezza . . . . . . . . . . . . . » '30
2. I desideri contrassegnati dalla povertà . . . . » '32
3. Bisogna difendere i desideri nobili . . . . . . . » '35

3. Spesso la povertà nasce
dalla scarsa fiducia in se stessi . . . . . . . . . . . . » '39
1. Interrogarsi sulle cause del proprio stato . . » '40
2. Non sentirsi peggiori degli altri . . . . . . . . . . » '43
3. Dialogare prima con se stessi . . . . . . . . . . . . » '46
3.1. Il successo ha svariati nomi . . . . . . . . . . » '47
3.2. Coerenza nel perseguire lo scopo . . . . . . » '48
3.3. Procedere con il proprio passo . . . . . . . . » '50


199
3.4. La vita, anche se ha sfumature diverse,
è sempre la stessa vita . . . . . . . . . . . . . . . pag. '51

3.5. Il domani
non deve essere identico all'oggi . . . . . . . » '53

4. Povero è chi ritiene di avere ottenuto
e imparato tutto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '55
1. L'uomo povero ha il coraggio
di porre domande e cercare risposte . . . . . . . . » '57
2. Meglio investire nel sapere che nelle cose . . » '60
3. La parola è troppo povera
per poter esprimere tutto . . . . . . . . . . . . . . . . . » '64
4. Limitarsi a leggere non basta . . . . . . . . . . . . » '67
5. Chi non insegna agli altri,
non può imparare lui stesso . . . . . . . . . . . . . . . » '70

5. La vera felicità non dipende dalle cose
per cui ci sforziamo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '73
1. È povero chi non ha imparato
a discernere i bisogni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '76
2. La natura morta è una minaccia
per la libertà . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '79
3. Non investire l'amore nelle cose . . . . . . . . . » '81
4. Accrescere la ricchezza dello spirito,
non la quantità di cose possedute . . . . . . . . . . » '84

6. Trattare le cose poveramente . . . . . . . . . . . . . . » '87
1. Di fronte alle cose bisogna avere rispetto,
ma anche distacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '87
2. Povero è colui che possiede le cose,
ma non possiede se stesso . . . . . . . . . . . . . . . . » '90
3. Scoprire la ricchezza della povertà . . . . . . . » '93


200
4. La povertà genera umiltà
verso ciò che ci sta attorno . . . . . . . . . . . . . . . . pag. '96

5. La necessità di «accumulare se stessi» . . . . » '98
6. La povertà esige esercizio . . . . . . . . . . . . . . . » '100

7. Rinunciare è impoverirsi
per arricchirsi in cambio . . . . . . . . . . . . . . . . . » '103
1. La rinuncia in nome di un fine superiore . . » '106
2. Rinunciando l'uomo nasce
a qualcosa di nuovo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '108
3. Imparare a esigere da se stessi . . . . . . . . . . . » '110
4. La rinuncia nell'età
della dittatura della moda . . . . . . . . . . . . . . . . . » '113

8. La povertà è compagna della felicità . . . . . . . . » '117
1. La felicità ha un carattere comunitario . . . . » '118
2. La felicità non basta mai . . . . . . . . . . . . . . . » '120
3. Ci vuole un atteggiamento di umiltà
per raggiungere la felicità . . . . . . . . . . . . . . . . . » '121
4. L'umiltà custode della dignità dell'uomo . . » '124
5. Solo chi è consapevole di una mancanza
è pronto ad arricchirsi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '125
6. Preoccuparsi per il bene: la mortificazione . » '126
7. Conclusione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '130

9. La modestia è un'altra dimensione
della povertà . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '131
1. La natura della modestia . . . . . . . . . . . . . . . » '132
2. Gesù come esempio di persona modesta . . » '135
3. La sazietà borghese è accompagnata
dalla sensazione che manchi qualcosa . . . . . . . » '139
4. La povertà e la ricchezza del sorriso . . . . . . » '142


201
10. Povero perché disordinato . . . . . . . . . . . . . . . ag. ' 149
p
1. Il disordine
come manifestazione di miseria . . . . . . . . . . . . » '149
2. L'ordine interiore innanzi tutto . . . . . . . . . . » '152
3. È importante anche l'ordine esteriore . . . . . » '154
4. Il disordine è sintomo di pigrizia . . . . . . . . . » '156
5. Ogni forma di purezza esige fatica . . . . . . . » '158
6. Un'interiorità ordinata è più ricca . . . . . . . . » '161
7. Conclusione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '164

11. Lamentarsi è non essere consapevoli
della propria povertà . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '165
1. Lamentarsi allontana gli amici . . . . . . . . . . . » '167
2. Lamentarsi rende il povero
ancora più povero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '169
3. Chi si lamenta sparge il fiele
del pessimismo attorno a sé . . . . . . . . . . . . . . . » '170
4. Chi si lamenta attira su di sé altre sventure . » '172
5. Lamentandosi ci si inimica gli amici . . . . . . » '173
6. Conoscere le cause dello scontento . . . . . . . » '175

12. La vera povertà dell'uomo
è una cattiva relazione con Dio . . . . . . . . . . . . » '179
1. Il tesoro è ciò che si apprezza . . . . . . . . . . . » '182
2. Scoprire che Dio è indispensabile . . . . . . . . » '186
3. Poveri di tempo,
ma sempre più ricchi di saggezza . . . . . . . . . . . » '191

Conclusione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . » '195




202

Questo prodotto è disponibile anche in digitale nei seguenti formati: PDF (EAN 9788825035759, Watermark DRM), ePub (EAN 9788825035766, Watermark DRM)

Visualizza i dettagli o acquista l'e-book

Voto medio degli utenti per «Vivere felici nell'epoca della crisi»: 5 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 17 aprile 2015 alle 10:35 ha scritto:

Molto interessante, porta a farsi un viaggio interiore e riscoprire il vero senso della vita. Il punto di vista diverso che spesso sfugge, mentre dovrebbe essere al centro di ogni ns giornata.