Citazione spirituale

Sacramentalità

-

L'essenza del cattolicesimo e le sue ferite

 
di

Menke Karl-Heinz

 


Copertina di 'Sacramentalità'
Ingrandisci immagine

Disponibilità immediata
In promozione fino al 31/05/2019 scade tra 7 giorni
Descrizione
Allegati:
Tipo Libro Titolo Sacramentalità - L'essenza del cattolicesimo e le sue ferite Autore Editore Queriniana Edizioni EAN 9788839904720 Pagine 384 Data febbraio 2015 Peso 100 grammi Altezza 23 cm Larghezza 16 cm Collana Biblioteca di teologia contemporanea
Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

Karl-Heinz Menke




SACRAMENTALITÀ
Essenza e ferite del cattolicesimo




QUERINIANA
INDICE GENERALE




Prefazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5

Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11

I. L'essenza del cattolicesimo
secondo la critica protestante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
27
1.  a questione del­'essenza del cristianesimo
L l
come delimitazione del protestantesimo
nei confronti del cattolicesimo28
a) Rudolph Sohm (1841-1917):

cattolicesimo come identificazione
della chiesa spirituale creata da Dio
con la comunità giuridica costruita da uomini 29
b)  dolf von Harnack (1851-1930):
A
cattolicesimo come trasformazione
della fraterna alleanza universale
in una istituzione strutturata in chiese locali 33
c)  rnst Troeltsch (1865-1922):
E
cattolicesimo come identificazione di un fatto storico
con la verità assoluta 35
2. Sacramentalità come essenza del cattolicesimo40
a)  arl Rahner (1904-1984):
K
simbolicità come presupposto naturale
di tutta la sacramentalità 41
b) Paul Tillich (1886-1965):

il pensiero simbolico
come l'opposto del pensiero sacramentale 46
3.  'umanità di Gesù: sacramento originario
L
del­'autorivelazione di Dio
l
o strumento con cui Dio si rende presente'51
376 Sacramentalità


a)  artin Lutero e Giovanni Calvino:
M
Dissociazione tra parola (rivelazione) e creazione 52
b)  arl Barth, Eberhard Jüngel e Gerhard Ebeling:
K
la natura come «atto della parola di Dio» 56
c) Gunther Wenz:
Gesù come rivelazione del­'attività esclusiva di Dio
l 61

II. Il pensiero sacramentale o l'essenza del cattolicesimo . . . . . 67
1.  unto focale attuale del pensiero sacramentale:
P
il tema «Ordinazione sacerdotale delle donne»68
a) La rappresentazione della 'priorità' di Cristo
rispetto alla sua chiesa 69
b) Il significato teologico della differenza sessuale 72
c)  l legame della rappresentazione della 'priorità' di Cristo
I
rispetto alla sua chiesa con il sesso maschile 78
2.  'inscrizione sacramentale del­'alleanza fra Yhwh e Israele,
L l
fra Cristo e la chiesa, nel­'alleanza matrimoniale
l
fra l'uomo e la donna81
a)  edeltà matrimoniale come immagine sacramentale
F
della fedeltà di Israele al­'alleanza con Yhwh
l 83
b)  'amore incrollabile di Yhwh per il suo popolo Israele
L
come prefigurazione sacramentale del­'amore
l
del Redentore crocifisso per la sua chiesa 85
c)  'indissolubilità del matrimonio
L
come rappresentazione sacramentale
del­'alleanza indissolubile fra Cristo e la chiesa
l 88
d)  a rappresentazione sessuale specifica
L
della fecondità 'metasessuale'
di Cristo e della sua chiesa 90
3.  sraele, Maria e la chiesa: un esempio del carattere sacramentale
I
della storia della salvezza testimoniata nella Bibbia93
a)  segesi tipologica o il tentativo di approfondire
E
la teologia della storia della salvezza
testimoniata nella Bibbia 93
b)  a personificazione di Israele come «figlia Sion»,
L
«sposa di Yhwh», «madre Sion», «vergine Israele» 95
c)  l rapporto sponsale di Yhwh con Israele
I
come fondamento della conoscenza
della mariologia neotestamentaria 97
Indice generale 377

d) Maria come fondamento della conoscenza

e come modello di una chiesa
sacramentalmente concepita 102
e) Maria: modello della chiesa

come personificazione del­'Israele fedele alla Tôrah105
l
4. I ricettori come sacramenti della grazia108
a) La creazione come dono di «essere se stessi» 108
b)  a mediazione essenzialmente sacramentale
L
del­'azione di Dio nel mondo
l 110
c)  a grazia del Dio testimoniata nella Bibbia:
L
identica al sacramento originario 114
d) La dissociazione protestante
della «gratia externa» dalla «gratia interna» 116

III. La Chiesa come popolo di Dio nato dal corpo di Cristo
o l'essenza sacramentale della chiesa . . . . . . . . . . . . . . . . . . 121
1.  a sacramentalità del dono di sé fatto da Cristo nel­'eucaristia
L l
e la sacramentalità della chiesa125
a) L'ecclesiologia eucaristica dei Padri greci 125
b) Eucaristia: epifania o anamnesi' 126
c) Sacramentalità verticale e orizzontale 128
d) La dottrina di Cipriano e Agostino

sul legame della valida ricezione
del­'eucaristia con la comunione di fede
l
con il vescovo locale 131
2.  a perdita della forma greca di pensiero
L
o la dissociazione fra sacramento e realtà133
a)  o scambio tra le denominazioni
L
«corpus Christi mysticum» e «corpus Christi verum» 133
b) La forma antisacramentale di pensiero del nominalismo 136
c)  artin Lutero e la dissociazione della chiesa invisibile
M
dalla chiesa visibile 140
3. Riflessione retrospettiva sul­'ecclesiologia eucaristica dei Padri142
l
a) Il problema ecumenico fondamentale: «Quale unità'» 143
b) Nicolas Afanas'ev: l'unità prodotta dal­'eucaristia
l 146
c) Joseph Ratzinger: l'unità visibile della chiesa universale

strutturata in chiese locali 150
d) Heribert Mühlen: l'unità dei cristiani
con Cristo prodotta dallo Spirito 154
378 Sacramentalità


IV. La Chiesa: sacramento di Gesù Cristo
o sacramento dello Spirito Santo' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 159
1. Il rapporto del corpo pneumatico di Cristo
con la chiesa visibile159
a)  itorno del­'ecclesiologia cattolica
R l
alla denominazione della chiesa
come «corpus Christi mysticum» 160
b)  ristocentrismo invece di pneumatocentrismo
C
nei documenti ecclesiologici del magistero romano 163
c)  'alternativa fra concezione pneumatocentrica
L
e cristocentrica del ministero
alla luce dei 'Padri apostolici' 167
d)  l «ministero» come sacramento dello Spirito
I
nei lavori di qualificazione di Guido Bausenhart,
Judith Müller e Johanna Rahner 174
2. Apostolicità sacramentale e unità sacramentale181
a)  a rappresentazione sacramentale
L
della 'priorità' di Cristo rispetto alla sua chiesa 184
b) La specifica sacramentalità del vescovo 197
c) La specifica sacramentalità del presbitero o sacerdote 199
d) La sacramentalità specifica del diacono 203
e) La sacramentalità personale del­'unità e del primato
l 211
3. Cattolicità sacramentale e santità sacramentale221
a) La cattolicità e la santità di Gesù Cristo e della sua chiesa 228
b) Cattolicità e santità pneumatica anziché incarnatoria 240
c) Presupposti e pericoli di una cattolicità sacramentale 247
d) Cattolicità sacramentale
e l'assioma «extra ecclesiam nulla salus» 257
V. Sacramentalità incrinata o cattolicesimo ferito . . . . . . . . . . 273
1. Desacralizzazione273
2. Funzionalismo291
3. Misticismo e integralismo304
Conclusione: Pensiero sacramentale e pensiero postmoderno . . . 315
Elenco delle abbreviazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 323
Bibliografia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 325
Indice dei nomi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 365

Non ci sono commenti per questo volume.