Citazione spirituale

Il matrimonio cristiano

di

Walter Kasper


Copertina di 'Il matrimonio cristiano'
Ingrandisci immagine

Normalmente disponibile in 7/8 giorni lavorativi
In promozione fino al 26/05/2019 scade tra 4 ore e 50 minuti
Descrizione
Allegati:
Tipo Libro Titolo Il matrimonio cristiano Autore Editore Queriniana Edizioni EAN 9788839908735 Pagine 160 Data gennaio 2014 Peso 190 grammi Altezza 19,5 cm Larghezza 12,3 cm Collana Giornale di teologia
Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

WALTER KASPER




IL MATRIMONIO
CRISTIANO


Edizione italiana
a cura di Gianni Francesconi




373
QUERINIANA
Indice




Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

1. I valori umani del matrimonio . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
1.  a definizione classica
L
della natura del matrimonio 11
2.  ivoluzione nella comprensione del matrimonio:
R
opportunità e crisi 16
3. Spunti per una nuova comprensione 22
a) Amore personale 22
b) Amore fecondo 25
c) Fedeltà nel­'amore
l 29

2. La dignità sacramentale del matrimonio . . . . . . . . . . 33
1.  ondazione storico-salvifica:
F
unità di creazione e redenzione 33
a) Fondazione nella creazione 33
b) Istituzione da parte di Gesù Cristo' 35
c) Evoluzione nella tradizione ecclesiale 40
2. Natura della sacramentalità del matrimonio 44
a) Il matrimonio come segno di Cristo 44
b) Il matrimonio come sacramento della chiesa 47
c) Il matrimonio come segno escatologico 52

155
3. Unità e indissolubilità del matrimonio . . . . . . . . . . . 56
1. Gesù parla di fedeltà assoluta 56
2.  a prassi ecclesiale
L
nella Scrittura e nella Tradizione 61
a) La tradizione biblica 61
b) La tradizione della chiesa 65
c) La dottrina del concilio di Trento 72
3. Problemi pastorali di oggi 76

4. Il matrimonio cristiano nella società moderna . . . . . 87
1.  apporto tra matrimonio ecclesiale
R
e matrimonio civile 87
2. Il matrimonio come sacramento della fede 93

APPENDICI

1.  a realizzazione della chiesa
L
nel matrimonio e nella famiglia.
Riflessioni sulla sacramentalità del matrimonio . . . . 103
1. L'essenza del sacramento in generale 105
2.  pproccio antropologico
A
alle affermazioni teologiche sul matrimonio 113
3.  nserimento del matrimonio
I
nel­'ordine della creazione e della redenzione
l 118
4.  ondazione teologica della dottrina
F
della sacramentalità del matrimonio 128

2.  a famiglia, chiesa domestica.
L
Che cosa significa il matrimonio come sacramento' . 140
1. La dimensione del­'amore tra uomo e donna
l 140
2. Il matrimonio come sacramento 143
3. Matrimonio e famiglia come chiesa domestica 148
4. Gioventù e matrimonio 151



156 | Indice

Voto medio degli utenti per «Il matrimonio cristiano»: 3 su 5 (4 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, gianni.toffali@email.it il 25 settembre 2014 alle 13:34 ha scritto:

Grazie al Card Kasper e al santissimo Papa Francesco (credo il più grande papa della storia del cattolicesimo) la chiesa è uscita dalle catacombe della tradizione e della dottrina fatta di piccole vetuste regole d'altri tempi. La chiesa ospedale da campo e l'odore delle pecore, hanno finalmente spiegato le vele della modernità e suscitato speranza ai nuovi modelli famigliari allargati e a chi ha voluto rifarsi una vita per errate scelte passate. Questa è la grandezza della Misericordia di Francesco! Forza Francesco, sei tutti noi! Sei la nuova chiesa!

il 25 settembre 2014 alle 14:45 ha scritto:

E siccome in troppi si sposano in chiesa perché è bello ma senza una vera consapevolezza ... di conseguenza non sostengono il sacramento del matrimonio con preghiera e sacramenti.
E allora invece di risolvere il problema alla radice... facciamo che uno va all'altare dice si per sempre ma se dopo un anno non gli piace... beh... semplice ritira il dono di se stesso rinnega le sue promesse e avanti un altro. Con la benedizione della Chiesa... certo.
Così quando si soffre nel matrimonio fuggiamo in un'altra unione... più felice più serena. Una moglie o un marito problematici? lasciamoli! Troviamo qualcuno più adatto a noi....
Invecchiamento? sostituiamo moglie/marito.
Viviamo per stare bene qui sulla terra... sacrificio penitenza amore... a cosa mai serviranno? Tanto purgatorio e inferno non hanno da essere nominati così non esistono e il Paradiso è per tutti.
Et voilà ... nessun problema!!!
P.S. essere in stato di grazia per fare la Comunione? ma siiiiiiiii inutili scrupoli... tanto è solo un memoriale no?????
Quasi buffo se non fosse una tragedia.
Ma la Chiesa non deve indicarci la via migliore per la santità? La via sicura per la santità? Tutti i santi non sono più di esempio... sono imbarazzante vecchiume???
Ora capisco perché tanti mistici nelle loro visioni continuano a ricevere messaggi celesti che invitano alla preghiera per la Chiesa.

il 26 settembre 2014 alle 18:37 ha scritto:

C'è da augurarsi che il Cardinale Kasper venga presto interessato dal Pontefice ad approfondire la positività o negatività del contestatissimo, anche in seno alla stessa Chiesa Cattolica, obbligo del Celibato e connesso Voto di Castità (da tanti ritenuto "contro natura", alla luce anche di un significativo passo della Bibbia, Gn.2,24, citato anche da Benedetto XVI nella sua Enciclica Deus Caritas Est). Sarebbe davvero impegnativo, in questo momento di grande crisi del " matrimonio cristiano", che chi per missione ha il compito di testimoniare il messaggio innovativo al Vecchio Testamento di Gesù di Nazareth sia anche di esempio nel dare il giusto significato al matrimonio fra un uomo e una donna, così come il Cardinale nel suo libro egregiamente e splendidamente lo rappresenta.

il 29 settembre 2014 alle 02:53 ha scritto:

"Questa è la misericordia di Francesco", buon per quelli che si entusiasmano per la presunta e, fino ad ora, solo apparente, misericordia del regnante Pontefice MA la Misericordia salvifica, quella che sottrae alla dannazione eterna, non è umana ed è stata acquistata con inenarrabili sofferenze da Nostro Signore. Egli pur essendo Dio non ha ritenuto un privilegio l'essere Dio e avendo assunto in Sé la natura umana, l'ha redenta con obbedienza e sacrificio, gli stessi ai quali ci invita a partecipare, nel nostro piccolo, per morire in Lui e con Lui risorgere. Non illudetevi cari fratelli in Cristo, non illudetevi... prima di aprire gli occhi alla luce del giorno di Pasqua è ineludibile accettare di chiuderli all'oscurità del Golgota! Chi ha orecchi per intendere intenda!