Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Citazione spirituale

Il Signore degli anelli

di

J. R. R. Tolkien


Copertina di 'Il Signore degli anelli'
Ingrandisci immagine

Fuori catalogo
Descrizione
Tipo Libro Titolo Il Signore degli anelli Autore A cura di I libri di Tolkien Editore Bompiani EAN 9788845210273 Pagine 1380 Data 2004
Voto medio degli utenti per «Il Signore degli anelli»: 5 su 5 (2 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 4 giugno 2016 alle 23:21 ha scritto:

E' un fantasy perche' racconta una storia e un mondo abitato da personaggi "fantastici": elfi, hobbit,nani,alberi che si muovono...ma e' un libro che si legge e assapora pagina dopo pagina ( e sono tante ) che non stanca mai. Bene e male in eterna lotta e ne usciranno vincitori il coraggio, il sacrificio, l'amicizia, la fratellanza e tutti i lati migliori dell'uomo. Una grande saga che una volta letta non si dimentica piu'. E' stato il libro che ha avvicinato mia figlia alla lettura eppure si presentava come una mole insuperabile!

il 15 gennaio 2017 alle 00:55 ha scritto:

Sebbene non sia certamente un libro perfetto né dal punto di vista dello stile, a volte soffocato o prolisso, né della trama, forse non sviluppata completamente, il 'Signore degli anelli' è indubbiamente il bestseller del ventesimo secolo. Impregnato di temi religiosi e romantici dalla prima all'ultima pagina, ha riproposto all'attenzione del grande pubblico il valore intrinseco della virtù e del coraggio, dell'onore e della fedeltà, e la portata cosmica di realtà come la vittoria della vita sulla morte e della decisività del 'destino' e del 'viaggio' - intesi nelle loro componenti più profonde - sulla sorte dell'uomo, in un contesto immaginario e proprio per questo immensamente realistico e maggiormente adatto alla trattazione di argomenti che dimorano nel substrato più intimo dell'anima umana. Il lettore viene immerso nelle vicende della Terra di mezzo e contemporaneamente riceve una strategia 'intuitiva' per immedesimarsi nelle proprie, attraverso la sequela dell'accettazione del proprio fardello e dell'obbedienza a una volontà superiore, la cui presenza sovrasta l'intero romanzo, ma anche mediante la meditazione su temi prettamente 'cristiani' come la misericordia e il libero arbitrio, che permettono di raggiungere la propria identità più autentica e sublime. Un libro da leggere, un libro che aiuta a pensare e a vivere, a credere e a scegliere, e che lascia una traccia indelebile in chi lo sa scoprire e apprezzare. Purtroppo, al giorno d'oggi, l'unico vero capolavoro del fantasy, un genere grandioso e ancora inespresso e lontano dalla sua maturazione, e proprio per questo essenziale, nella sua semplicità e nella sua significatività, per chi vuole avvicinarsi alla sua essenza più vera.