Citazione spirituale

Tu sei qui: LibriAttualitàEtica oggi

Etica oggi

-

Fecondazione eterologa, «guerra giusta», nuova morale sessuale e altre grandi questioni contemporanee

 
di

Marzano Michela


Copertina di 'Etica oggi'
Ingrandisci immagine

EAN 9788861377936

Normalmente disponibile in 15/16 giorni lavorativi
In promozione fino al 15/12/2019 scade tra 1 giorno e 6 ore
Descrizione
Tipo Libro Titolo Etica oggi - Fecondazione eterologa, «guerra giusta», nuova morale sessuale e altre grandi questioni contemporanee Autore Editore Centro Studi Erickson EAN 9788861377936 Pagine 125 Data marzo 2011
Voto medio degli utenti per «Etica oggi»: 5 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, fulviosguerso@tin.it il 25 aprile 2011 alle 15:47 ha scritto:

L'etica non è una disciplina astratta ma concreta, non è teorica ma pratica, non è accademica ma pubblica e privata, nel senso che riguarda la vita così privata come pubblica di tutti e di ciacuno. Su questo l'autrice è chiara e netta. E tuttavia i problemi etici, o meglio i dilemmi che incontriamo pressoché quotidianamente nella nostra vita familiare, sentimentale, professionale civile e politica, sembra che divengano sempre più complicati mano a mano che dipendiamo sempre di più da macchine sempre più "intelligenti" e "necessarie" alla nostra salute psicofisica (ma forse non anche a quella spirituale). Questa complessità progressiva, se da un lato potenzia e aumenta le nostre possibilità e capacità di dominio sulla casualità e imprevedibilità degli avvenimenti che ci riguardano (anche se non per tutti) dall'altro aumentano la lostra dipendenza dai "saperi" specialistici e tecnologici, e quindi dalla cerchia ristretta dei tecnici e degli scienziati. Ai quali molto spesso demandiamo le scelte più giuste e oppurtune su come dobbiamo o dovremmo vivere. E, se andiamo avanti con questo ritmo, tra non molto chiederemo agli specialisti anche fino a quando e addirittura perché dobbiamo o dovremmo vivere. A chi spetta l'ultima parola? Ai filosofi' Ai teologi morali? Al Papa? No, l'ultima parola spetta a ognuno, è vero; ma se i più si persuaderanno di usare ormai parole fuori corso o inadeguate di fronte alle "sfide" della scienza e della tecnica, su che basi potranno scegliere in modo libero, cosciente e autonomo su ciò che è bene o male per loro? Lo chiederanno all'esperto di fiducia, al confessore o, magari, al computer? Problemi e dilemmi etici di non facile soluzione si presenteranno sempre, non ultimo quello della funzione (o utilità) dell'etica stessa, una volta che tutto, giusto e ingiusto, lecito e illecito, bene e male sarà una questione di calcolo esatto o sbagliato.
Per ora, data la frequenza con cui si prendono decisioni sbagliate o dannose, l'etica ha ancora un senso. Ma fino a quando? Aspettiamo il prossimo libro di Michela Marzano.
Con stima e riconoscenza, al di qua del bene e del male.