Citazione spirituale

Bonhoeffer, un cristiano autentico

di

Frédéric Rognon


Copertina di 'Bonhoeffer, un cristiano autentico'
Ingrandisci immagine

Disponibilità immediata
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo Bonhoeffer, un cristiano autentico Autore Traduttore Marino L. Editore Qiqajon Edizioni EAN 9788882273996 Pagine 168 Data settembre 2013 Peso 170 grammi Altezza 20,5 cm Larghezza 13 cm Collana Sequela oggi
Voto medio degli utenti per «Bonhoeffer, un cristiano autentico»: 5 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 8 ottobre 2013 alle 16:16 ha scritto:

La figura ed il pensiero del teologo tedesco erano maggiormente oggetto di attenzione, al di fuori degli studiosi specialisti, per i lettori di media cultura, nel secolo scorso , soprattutto negli anni sessanta e settanta. Gli orientamenti teologici allora ‘recuperavano’ alcuni pensatori ponendoli sulla linea di nuove proposte, anche per certe riletture del messaggio cristiano più vicine agli indirizzi della cultura del tempo ( impegno nel sociale, demitizzazione,secolarizzazione, “Dio tappabuchi”,“morte di Dio” ecc. ). La storia ci ha sempre insegnato che il tempo è il miglior giudice ( non occorre essere hegeliani per affermarlo): solo ciò che viene costruito sulla roccia resiste. Eppure ,nel presente , è utile riandare al passato, studiare di nuovo,recuperare aspetti validi che siano di arricchimento per il nostro tempo. Anche sull’ “oggi “ il tempo esercita la sua signoria : la memoria, perciò, non è nostalgia ma fonte di arricchimento. Bonhoeffer è una figura che merita di essere nuovamente considerata: innanzitutto la sua ‘persona’, nel suo contesto e tempo così particolari ( Germania anni venti,anni trenta, e del conflitto mondiale ). L’opposizione ( e poi la congiura) al nazismo, il travaglio della chiesa protestante con tutte le vicende che la caratterizzarono. Partendo da questo breve cenno si potrà cogliere l’utilità del libro, la cui lettura non è impegnativa, ma alla portata di tutti. Già l’inizio ( pp. 9-10: “Una vita tragica”) ci rende immediatamente consapevoli che l’uomo di fede non è chi vive beato e tranquillo,magari cullandosi su certezze incrollabili: “Tutta la vita di Bonhoeffer sembra posta sotto il sigillo del tragico. Il semplice fatto che sia morto a trentanove anni,appeso alla forca in un campo di concentramento,dopo una parodia di processo,basterebbe a indicarlo, ma ci sono altri elementi a sostegno di questo dato. …”. ( E non tralasciamo il post mortem: la sua “rimozione” in Germania, negli anni del dopoguerra ;cfr. p. 145. Chissà se qualcuno avrà ripensato alle sue parole:”Temo che i cristiani che osano stare sulla terra con un piede solo,saranno con un piede solo anche in cielo”; cfr. lettera a Maria,12 Agosto 1943).L’autore Frédéric Rognon (pastore della chiesa riformata di Francia) in poco più di 150 pagine offre , a livello informativo, un utile strumento qualora volessimo poi leggere gli scritti del teologo : la prima parte (pp. 9-57) presenta la sua vita con precisione di dati, evidenziando (elemento cui non si presta tanto attenzione) anche le ‘evoluzioni’ di pensiero ( non dimentichiamoci di quegli anni tragici e di come un credente cristiano deve prendere posizione su problemi così difficili). Un decennio di vita intensa ( studio,viaggi,insegnamento,iniziative).La seconda parte (pp. 59-138: “Un’opera di grande portata”) espone il pensiero nei suoi scritti, seguendo la cronologia:senza dilungarsi eccessivamente, ma, nello stesso tempo, cogliendone efficacemente i contenuti , ne presenta anche gli sviluppi. La mia considerazione iniziale è ‘confortata’ dalle due parti finali (pp. 139-54:”Un’eredità feconda”; pp 155-57:”Conclusione”. Qui l’autore si rivolge direttamente al lettore; pone domande. Io,lettore,sono chiamato a rispondere, dentro di me.).

** Grazie a Libreria del Santo per aver segnalato nella sua newsletter questo testo :a chi , da giovane studente , desiderava tanto di poter avere a portata di mano,nel corso degli studi, delle “introduzioni” come questa! L’editrice? Edizioni Qiqajon. Comunità di Bose.


^^^ “… settantacinque anni dopo la sua morte, Bonhoeffer continua a porre ai cristiani alcune domande quanto mai attuali per il nostro tempo” ( p.151).