Citazione spirituale

Fratelli tutti. Edizione in brossura

-

Lettera Enciclica sulla fraternità e l'amicizia sociale

 
di

Francesco (Jorge Mario Bergoglio)


Copertina di 'Fratelli tutti. Edizione in brossura'
Ingrandisci immagine

EAN 9788892224414

Disponibilità immediata
In promozione
Descrizione
Tipo Libro Titolo Fratelli tutti. Edizione in brossura - Lettera Enciclica sulla fraternità e l'amicizia sociale Autore Editore San Paolo Edizioni EAN 9788892224414 Pagine 288 Data ottobre 2020 Peso 213 grammi Altezza 19 cm Larghezza 12 cm Collana I Papi del terzo millennio
Voto medio degli utenti per «Fratelli tutti. Edizione in brossura»: 5 su 5 (3 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 11 dicembre 2020 alle 18:45 ha scritto:

Grande questo papa. Mi ha stupito positivamente il capitolo primo per la sua lucida analisi sulle ombre di un mondo chiuso, piegato in se stesso. Poi è veremente strepitoso il capitolo secondo per il modo in cui ci invita a farci prossimi degli ultimi.

il 6 marzo 2021 alle 22:49 ha scritto:

Una Enciclica che nessun cristiano dovrebbe ignorare. Un inno all'amore e alla vera fraternità umana. Una parola di vera speranza per tutti. Da leggere e meditare ogni volta che ci sentiamo persi nel nulla di un mondo spesso senza umanità. Grazie Papà Francesco.

il 17 giugno 2021 alle 18:04 ha scritto:

Questa enciclica me l'ha regalata il mio parroco quando abbiamo fatto una riunione di consiglio pastorale e poi abbiamo dibattuto molto su queste tematiche. Molto interessante è l'introduzione all'enciclica a cura di suor Alessandra Smerilli che è riuscita in pochissime pagine a riassumere tutta l'enciclica e porta così alla luce la ventinovesima scena nella basilica superiore di San Francesco ad Assisi. Nel secondo capitolo il Papa commenta la parabola del buon samaritano (Lc 10,25-37) e devo ammettere che mi ha colpito molto. Il protagonista della parabola non è "il buon samaritano" , come generalmente si pensa, ma l'uomo incappato nei briganti. Papa Francesco assume proprio lui come "punto di vista" per leggere la storia attuale dell'umanità, con le sue contraddizioni, le sue ferite e le sue potenzialità. La parabola serve anche a delineare una fraternità universale, "aperta, che permette di riconoscere, apprezzare ed amare ogni persona al di là della vicinanza fisica, al di là del luogo del mondo dove è nata o dove abita" (n.1). La parabola di Luca ci interpella perché mettiamo da parte ogni differenza e, davanti alle sofferenze della vita, ci facciamo vicini a chiunque. Dunque, non dico più he ho dei "prossimi" da aiutare, ma che mi sento chiamato a diventare io stesso un prossimo degli altri. Sostanzialmente l'enciclica mi è piaciuta moltissimo e l'ho utilizzata anche quest'anno come spunto per le lezioni a scuola.