Citazione spirituale

Messale festivo latino-italiano

-

Domeniche e feste

 
di

Suffi Nicolò


Copertina di 'Messale festivo latino-italiano'
Ingrandisci immagine

In ristampa breve
Descrizione
Tipo Libro Titolo Messale festivo latino-italiano - Domeniche e feste Autore Editore LAS Editrice EAN 9788821308000 Pagine 1824 Data settembre 2011 Peso 782 grammi Collana Fuori collana
Voto medio degli utenti per «Messale festivo latino-italiano»: 4 su 5 (3 commenti)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

, calinciocian@yahoo.com il 27 dicembre 2014 alle 12:11 ha scritto:

Benissimo che finalmente e apparso questo messale latino-italiano. Sono don Calin Ciocian un sacerdote cattolico dalla Diocesi di Timisoara (Romania). Desidero tanto che la Messa del beato Papa Paolo VI venga calebrata anche in latino. Non e una Messa modernista. Perche celebrare in latino solo col rito di San Pio V? I fedeli che hanno avuto la possibilita di partecipare alle Messe celebrate in latino secondo la forma ordinaria non hanno chiesto mai la forma straordinaria. Purtroppo in pochissimi posti si celebrava la Messa ordinaria in latino. E arrivato il momento di ripensare le cose, perche le lingue nazionali sono state imposte durante la celebrazione a scapito del latino.

il 25 ottobre 2018 alle 15:31 ha scritto:

Al di là di tradizionalisti nostalgici che si rifugiano nell'antico rito ,svalutando la riforma liturgica del Vaticano II ,prestare attenzione ed utilizzare la lingua latina sia nella lettura della Bibbia che nelle preghiere della liturgia eucaristica domenicale arricchisce lo spirito,abituandoci alla lingua dei nostri Padri della chiesa cattolica,ecumenico-universale;lingua che scaturisce dal cuore. La lingua latina permette,per le sue caratteristiche e per il fatto che non è la nostra quotidiana,di riflettere meglio sul messaggio di salvezza,col soffermarci talora su singole parole. Le traduzioni,necessarie per la gente comune,alcune volte sono ?libere? perchè devono indicare il significato secondo le espressioni del nostro uso parlato o scritto,espressioni o costrutti che sono evoluti nel tempo e continuano ancora (vedi per conferma di tutto ciò la nuova traduzione della CEI).Io sto usando questo messale durante la messa domenicale e mi è di grande su quello che ho scritto sopra; ma di più: da piccolo,chierichetto vicino ai sacerdoti celebranti,servizio così bello,nella liturgia prima del Concili,in lingua latina, ora provo l'emozione di ?sentire? accanto spiritualmente quei sacerdoti o fedeli di ALLORA che ormai sono in cielo. CONSIGLIO (a chi può SERVIRSENE) questo messale (e non dimentichiamo che il papa nelle celebrazioni coi cardinali e fedeli da tutto il mondo, spesso riutilizza la lingua latina (ANCOR MEGLIO quando ritorna il canto gregoriano).

il 23 novembre 2018 alle 14:28 ha scritto:

Ottimo prodotto.. utilissimo A+++