Citazione spirituale

Un clarinetto nel Lager

-

Diario di prigionia 1943-1945

 
di

Aldo Valerio Cacco, Patrizio Zanella


Copertina di 'Un clarinetto nel Lager'
Ingrandisci immagine

EAN 9788825029734

Disponibilità immediata
In promozione fino al 31/01/2020
Descrizione
Tipo Libro Titolo Un clarinetto nel Lager - Diario di prigionia 1943-1945 Autori Editore Edizioni Messaggero EAN 9788825029734 Pagine 200 Data gennaio 2015 Altezza 15 cm Larghezza 20,5 cm Collana Ifuoricollana
Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

2.' Indice GENERALE



Premessa alla seconda edizione ' ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
Introduzione alla prima edizione ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Ringraziamenti ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
'1. IMI e il ritrovamento degli appunti
Gli
di Aldo Valerio Cacco ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
'2. Settembre 1943: cattura e deportazione ' . . . . . . . . . . 23
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
'3. status di internato militare
Lo
e l'ingresso al Lager di Fürstenberg ' . . . . . . . . . . . . . 31
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
'4. propaganda fascista interna al Lager ' . . . . . . . . . . 45
La
'5. Il trasferimento nel campo di concentramento
di Guben per lavorare alla Ditta Lorenz ' . . . . . . . . . . 53
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61
'6. condizioni di vita ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63
Le
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72
'7. pacchi provenienti dall'Italia e la posta ' . . . . . . . . . 79
I
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
'8. fucilazione di donne ebree ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91
La
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 101
'9. clarinetto nel Lager nazista ' . . . . . . . . . . . . . . . . . 103
Un
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109

198
10. Agosto 1944: da prigionieri a «lavoratori civili» ' . . . 115
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 119
11. I bombardamenti sulle città tedesche ' . . . . . . . . . . . . 129
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 134
12. Nelle gallerie della morte a Dora e il rientro in Italia . 139
Appunti di prigionia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 143
13. Testimonianze sul Valerio ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 155
Le riflessioni degli studenti ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 158
Tesina di una studentessa ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 163
Visto dal suo parroco ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 167
Il rettore del tempio dell'Internato ignoto ' . . . . . . . . . . . . 169
14. Due clarinetti di nuovo insieme ' . . . . . . . . . . . . . . . . 171


APPENDICE ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 175
'1. Posta inviata dai familiari ad Aldo Valerio Cacco ' . . 177
Biglietti su moduli prestampati ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 177
Lettere ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
'2. Bibliografia ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 185
'3. Soldati italiani morti nel Lager di Fürstenberg
nel periodo 1943-45 ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 188
Preghiera in memoria dei caduti in prigionia ' . . . . . . . . . 190


INDICI ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 191
'1. Indice dei nomi ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 193
'2. Indice generale ' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 198

199

Voto medio degli utenti per «Un clarinetto nel Lager»: 4 su 5 (1 commento)

Qui trovi riportati i commenti degli utenti di LibreriadelSanto.it, con il nome dell'utente e il voto (espresso da 1 a 5 stelline) che ha dato al prodotto.

I commenti compaiono ordinati per data di inserimento dal meno recente (in alto) al più recente (in basso).

il 16 febbraio 2015 alle 10:54 ha scritto:

Chissà, forse risuona ancora, nelle superstiti baracche del Furstenberg am Oder o di Nordhausen...
Melanconico e struggente. Quel vecchio clarinetto, forse suona ancora. Quasi a perenne ricordo di un rosario di sofferenza.
Aldo Valerio Cocco, quei giorni non li ha mai dimenticati. Hanno accompagnato le sue notti. Hanno dato corpo ai suoi incubi. Lo hanno segnato per sempre.
Ora quei ricordi amari, quegli amici che con lui hanno condiviso quell'inferno, quei fratelli che non hanno più fatto ritorno a casa, che hanno chiuso per sempre gli occhi nel freddo del lager, privati persino dell'affetto di una mamma o di una moglie, si sono trasformati in un sofferto diario.
“Un clarinetto nel Lager. Diario di prigionia 1943-1945”. Edizioni Messaggero Padova € 14.00, a cura di Patrizio Zanella, è una Via Crucis sul sentiero della memoria. Un doloroso pellegrinaggio lastricato da infinite sofferenze, da dolori mai sopiti...
Da quel drammatico 8 settembre 1943 alle ottanta ore di viaggio, stipato con in un vagone insieme a tanti altri infelici, all'arrivo al lager. Dalla fame e dal freddo, alle cimici, ai pidocchi che spesso si decideva di... mangiare “per recuperare il sangue che ci avevano tolto...”, ai tanti allarmi notturni che privavano delle già esigue ore concesse al sonno.
Appunti sparsi, pensieri asciutti che ricompongono una trama di violenze, di angherie, di umilianti vessazioni, di dolore, di rabbia, di speranze seguite da immediate smentite di un cuore per sempre ferito, ma anche di orgoglio per non essersi mai piegati alla tracotanza di carnefici addestrati, perché “Der deutsche Kniippel knechtet keinen italiener, denn Nachfolger Rom’s wachsen nicht unterm Joch” - Bastone tedesco, italiano non doma, non crescono al giogo le stirpi di Roma - come Valerio riusciva a dire nelle poche parole tedesche apprese in quell'inferno...
Pagine consumate dal tempo, solcate dal grigio di una matita ormai sbiadita, immortalate dalle note di un clarinetto diventato... “amico” e mezzo per barattare con il suo suono una rapa o un tozzo di pane ispessito e rancido...
Pagine gelosamente custodite in un cassetto che per cinquantanni Valerio si è rifiutato di aprire.
Una storia che appartiene ai tanti soldati che come lui avevano deciso di non aderire alla Repubblica di Salò e perciò prigionieri, ma fieri di essere italiani e soprattutto fedeli a valori patriottici che non possono essere traditi.
Una storia per ricordare. Per non dover più scrivere parole che raccontino di violenza e di morte. (Mario Cutuli)