Citazione spirituale

Citazione di spiritualità del giorno

Ogni impiego, anche quello che non provoca l'invidia degli altri. Può comunque trovare un senso. Non importa di quale lavoro si tratti, l'essenziale è che non si abbia la sensazione di perdere la propria vita per poter guadagnarsi da vivere.

Michel Niezborala Anne Lamy

Ricevila anche tu
Inserisci qui sotto la tua mail per ricevere ogni giorno una citazione di spiritualità:


Citazioni spirituali dei giorni passati

lunedì 15 giugno 2020

Tratta da "Come gioisce lo sposo per la sposa", giugno 2020, San Paolo Edizioni


In ogni amore ci sono sempre tre movimenti: incontrarsi, perdersi e ritrovarsi.

-  Salvatore Muratore -

domenica 14 giugno 2020

Tratta da "Il Vangelo della Chiesa", giugno 2020, San Paolo Edizioni


L'amicizia con Gesù fonda l'esigenza dell'amicizia con il fratello e della condivisione dei propri beni. È così anche per noi, discepoli del Maestro in questo tempo, segnato da molti conflitti e dove spesso le convivenze sociali si presentano come semplici folle di solitudini?

-  Bruno Forte -

sabato 13 giugno 2020

Tratta da "A messa perché a messa come", maggio 2020, Edizioni Dehoniane Bologna


In latino il congedo era "Ite, Missa est" e poteva essere tradotto in diversi modi. La secca traduzione italiana ("La messa è finita") tradisce il valore del saluto finale: non ha gran senso avvertire semplicemente i fedeli che possono uscire di chiesa. Ne avrebbe maggiormente se si intendesse come: "Andate, la missione è", cioè comincia.

-  Nardo Masetti -

venerdì 12 giugno 2020

Tratta da "Gesù, uomo libero", maggio 2020, Qiqajon Edizioni


Ogni volta che ripetiamo liturgicamente le parole che precedono quelle dell'istituzione eucaristica ("Egli offrendosi liberamente alla sua passione..."), dovremmo intenderle in tutta la loro portata: la passione finale di Gesù, quella vissuta nel cammino della croce a Gerusalemme, è il compimento della sua libera e liberante passione per la vita.

-  Ludwig Monti -

giovedì 11 giugno 2020

Tratta da "Maria di Nazareth", maggio 2020, SugarCo


Cari amici, prima non esistevamo; adesso esistiamo e scopriamo la fonte dalla quale proveniamo, ovvero l'amore trinitario. Gesù e Maria sono qui per chiamarci a partecipare a questa gloria e felicità senza fine.

-  Livio Fanzaga -

mercoledì 10 giugno 2020

Tratta da "A messa perché a messa come", maggio 2020, Edizioni Dehoniane Bologna


La terra con le sue lusinghe si intromette nel cuore del credente, gli nasconde la visibilità di Cristo e così non riflette più la luce del Signore. Deve ritrovare la sua identità di discepolo di Gesù. La Parola di Dio lo aiuta a ritornare al cospetto del sole divino.

-  Nardo Masetti -

martedì 9 giugno 2020

Tratta da "Gesù, uomo libero", maggio 2020, Qiqajon Edizioni


"Che cos'è la morte? O è la fine o è un passaggio", scriveva Seneca. È pensabile una terza possibilità? Come sperimentarla qui e ora? Detto altrimenti: potremo anche noi essere definiti, come i cristiani delle origini, "coloro che non hanno paura della morte", così da vivere, oggi, altrimenti?

-  Ludwig Monti -

lunedì 8 giugno 2020

Tratta da "Maria di Nazareth", maggio 2020, SugarCo


Dicendo Maria, Madre di Dio, intendiamo due verità: suo Figlio Gesù è Dio; la sua maternità si estende a tutti coloro che rinascono in suo Figlio Gesù.

-  Livio Fanzaga -

domenica 7 giugno 2020

Tratta da "A messa perché a messa come", maggio 2020, Edizioni Dehoniane Bologna


Se un fedele non sente la necessità della missione significa che durante la messa non si è incontrato con Dio ma con se stesso.

-  Nardo Masetti -

sabato 6 giugno 2020

Tratta da "Gesù, uomo libero", maggio 2020, Qiqajon Edizioni


La libertà dalla famiglia vissuta e richiesta da Gesù dona la possibilità di sperimentare il centuplo nel tempo presente, proprio mentre consente una maggior disponibilità alle esigenze del Regno.

-  Ludwig Monti -