Citazione spirituale

La voce dei clienti

Tutti i commenti (da 23341 a 23355 di 23355)


Andrea Marciani il 19 novembre 2007 alle 12:22 ha scritto:

Questo volume è un gran calderone in cui è stato messo dentro di tutto. L'autore tratta svariati argomenti senza essere esperto di nessuno di essi: affronta temi linguistici senza essere un linguista, temi giuridici senza essere un giurista, e così via. La mancanza di una reale competenza è evidente: ne risulta un testo di estrema superficialità e non privo di errori, che balzerebbero immediatamente all'occhio di un vero specialista. Lo stile, poi, è caratterizzato dalla vacuità verbale tipica di certa prosa filosofica. Questo libro è un perfetto esempio del dilettantismo e dell'aria fritta che caratterizzano quasi tutto ciò che si pubblica nel campo di quella pseudodisciplina che va sotto il nome di "comunicazione pubblica".


BORIS BAIO il 15 novembre 2007 alle 21:31 ha scritto:

EDUCATIVO,ARMONIOSO,DIVERTENTE NELLA LETTURA,

Leggi tutti i commenti (7)

Giovanni Ivan il 13 novembre 2007 alle 22:38 ha scritto:

Pace e bene. Ragionare e randellare non è poi male. L'importante è rispettarsi, perdonarsi e ricominciare a tortorate un'altra volta. Il Guareschi don Camillo lo scrisse ad ogni piè sospinto. Ricordate le dolci mazzate di Girolamo di Betlemme? Non scordate le dolcissime arole di Battista Giovanni, cugino del Principale. E anche il Principale non si tirò indietro. E i fendenti del Priore La Vallette? Very important: siano sgrugnoni di verità, di amore: senza odio. Ciao. Ciao.

Leggi tutti i commenti (3)

anna rita farolfi il 11 novembre 2007 alle 19:02 ha scritto:

Ho letto il capitolo intitolato "Coraggio" e sono uscita dalla paura aiutata dalle citazioni evangeliche.
Ho letto il capitolo intitolato "Gioia" e nonostante alcune mie precedenti situazioni, sono stata sollecitata a rintracciare i brani del Vangelo, che parlano di gioia.
Rita G.

gabrio monti il 11 novembre 2007 alle 11:22 ha scritto:

E' un riposo per l'anima. Consiglio a tutti di leggerlo, anche usandolo come un dizionario, cioè proprio come è stato pensato: per rispondere ai bisogni dell'anima in ogni momento della vita.
Grazie don Arturo

Benedetta Pieri il 8 novembre 2007 alle 14:32 ha scritto:

Io ancora non l'ho letto il libro di Don Arturo Femicelli, ma molte persone che conosco mi dicono che è molto bello e interessante e che mi consigliano di leggerlo.

Che cosa credo - Guitton Jean
Libro

Arena Giuseppe, pinoarena@virgilio.it il 8 novembre 2007 alle 19:09 ha scritto:

E' un libro come d'altronde tutti quelli che ho letto di J. Guitton di un respiro culturale e di una visone elevati. E' sicuramente tra quelli scritti da guitton quello che rileggo spesso.


SUSANNA SALDI, grazia.susanna.saldi@syndial.it il 8 novembre 2007 alle 13:48 ha scritto:

BELLISSIMO! LO LESSI NEL 1996 E FU PER ME UNA SCOPERTA SIA DELL'AUTORE PRONZATO SIA DEL DESERTO E DELLA SPIRITUALITA'. MI RICORDO ANCHE UN SEGRETO SVELATO DA PRONZATO: PER RICONOSCERE, NEL DESERTO , SE HAI DAVANTI A TE UN MIRAGGIO O UNA OASI LUI CHIESE ALL'ARABO CHE LO ACCOMPAGNAVA E LA RISPOSTA FU: DEVI BUTTARTI A TERRA , E GUARDARE AVANTI A TE , SOLO DA QUELLA POSIZIONE PUOI COGLIERE IL VERO.....(SOLO DA QUELLA POSIZIONE L'OASI DIVENTA REALE) UN PO' COME NELLA SPIRITUALITA' SOLO SE TI SPOGLI DI TUTTO (COME DIRE PARTI DAL GRADINO PIU' BASSO ...)SOLO ALLORA TROVI LA VERITA'.... DIREI BELLISSIMO LIBRO. ORA NON LO TROVO PIU' FRA I MIEI LIBRI PERCHE' L'HO PRESTATO E NON MI E' STATO RESTITUITO COSI' HO DECISO DI RICOMPRARLO.


Rossi Valmir, gardinrossi@yahoo.com.br il 6 novembre 2007 alle 19:38 ha scritto:

Questo libro mi è molto piaciuto. Ho visto che l'autore, che è stato compagno mio a Strasbourg nel seminario, è riuscito ad dimostrare in quest'opera la missione della Chiesa con maestria e fidelità.

Valmir (Brasile)


claudio ferri il 4 novembre 2007 alle 07:48 ha scritto:

il libro è molto interessante,scritto bene....fa pensare!!!!


Francesco Urru il 3 novembre 2007 alle 10:36 ha scritto:

Un libro stupendo. Dio ci ama oltre ogni nostra immaginazione. La sua misericordia è il motore di tutte le sue azioni. Un libro da leggere per capire un briciolo di più chi è davvero Dio.

Leggi tutti i commenti (41)

rossella guardiani il 18 ottobre 2007 alle 17:38 ha scritto:

ho acquistato il libro sicura di trovare un'agiografia classica, adatta alle ultime ore della giornata...l'ho letto tutto d'un fiato. Lo consiglio vivamente.


enzo orefice il 17 ottobre 2007 alle 20:41 ha scritto:

tutti dovrebbero leggere questo libro! tutti coloro che vogliono comprendere la spiritualità, in questo testo, l'autore riesce a far comprendere con una semplicità estrema e facendo superare tutte le difficoltà umane(distrazione durante la preghiera con meditazione, pensieri e preoccupazioni, analisi dei peccati, etc.) ed offre al lettore la possibilità di "entrare nella tua cella interiore e vedrai la cella celeste. L'una e l'altra sono la stessa cosa, e la stessa apre la visione di ambedue. La scale che conduce al Regno è nascosta dentro di te, nella tua anima. Lavati dalle macchie del peccato, scoprirai i gradini sui quali potrai salire. (Isacco di Siria)

Montedidio - De Luca Erri
Libro

Un utente il 11 agosto 2007 alle 15:30 ha scritto:

Questo libro è fantastico, il finale stupendo come 1 ragazzo riesce a vivere senza la madre e il padre, sl con l'aiuto di una sua amica, maria, e di Don rafaniello che, gli insegna tutto sulla vita e sulle persone!!!

Leggi tutti i commenti (2)

grazia pirotta il 12 luglio 2007 alle 19:36 ha scritto:

Attraverso una raccolta di scritti altamente significtivi di autorevoli teologi internazionali,il curatore del volume,G.Palo riesce a far emergere la complessità del problema e la prospettiva di una eticità sempre necessaria ma anche sempre aperta a un dialogo umano con chi si trova a vivere in prima persona questo dramma. Considerando la data di pubblicazione ,che risale a parecchi anni, le cose scritte sembrano di una attualità rilevante.
Libro da consigliare a tutti coloro che vogliono documentarsi al punto divista storico ed etico su un tema di tale rilevanza.