Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Citazione spirituale

La voce dei clienti

Tutti i commenti (da 106 a 120 di 19748)

L' arcobaleno di Dio - Franco Boscione
Libro

Giovanni Basile il 11 febbraio 2019 alle 19:20 ha scritto:

Dopo una brevissima storia dei colori nella loro percezione sociale come simbolo, l'autore ci parla dei colori e del loro rapporto con la Bibbia, spiegandocene i vari significati. Il bianco e "l'immacolato"; il verde e la malattia; il legame del blu con lo Spirito; l'arancione e l'illuminazione, e così via.
Lettura scorrevole e coinvolgente. Boscione scrive molto bene e chiaro.

Leggi tutti i commenti (3)

Pietro GENTILONI SILVERI CHICCO il 11 febbraio 2019 alle 16:27 ha scritto:

Le conferenze del Cardinale Ravasi sono meravigliose. La consegna è stata puntuale.


Danilo Ferrari il 11 febbraio 2019 alle 15:19 ha scritto:

Si tratta di un ottimo manuale della Dottrina trinitaria. Ho avuto la possibilità di partecipare ad un suo corso sull'argomento e devo dire che, nonostante la difficoltà della materia, la sua spiegazione è decisamente alla portata di molti. Il libro rispecchia questa sua efficacia e semplicità affrontando argomenti di grande profondità. È affrontata anche la parte storico-dogmatica con l'esame di alcuni documenti ufficiali della Chiesa sull'argomento.

Leggi tutti i commenti (3)

Pietro Manca il 11 febbraio 2019 alle 14:42 ha scritto:

Nove capitoli (per più di 270 pagine) compongono questo importante volume di Mario Castaldi. La valutazione e la certificazione delle competenze assumono un valore importante all'interno della progettazione didattica per competenze della scuola italiana. Questo saggio è un validissimo ausilio per tutti i docenti che vogliono confrontarsi con tematiche alte e significative. La seconda parte del libro esamina, infatti, gli aspetti "pratici" del percorso di valutazione con ampi suggerimenti sulle "rubriche di competenza" e "compiti autentici". Il libro di Castoldi è utile per la formazione dei docenti, soprattutto per i neoassunti.

Statua San Francesco con lupo
Articolo Religioso

DOUIBI Faride, faridouibi@orange.fr il 11 febbraio 2019 alle 14:37 ha scritto:

Ciao. Tutto è perfetto, packaging di prima scelta, molto buona la comunicazione. Venditore molto professionale. la statuetta è bella. Grazie mille dalla Francia Consiglio davvero questo mercante. Merci beaucoup.

Leggi tutti i commenti (5)
Liberare il silenzio - Faustino Ferrari
Libro

Vladimir Zelinskij il 11 febbraio 2019 alle 10:28 ha scritto:

Devo dire che la presentazione di questo libro per me ha avuto luogo molto prima della serata di oggi. Qualche tempo fa ho sognato che stavo per andare all’incontro proprio per parlare del volumetto di Faustino Ferrari e ho preso la metropolitana. Non quella di Brescia - dove vivo - e non quella di Mosca - da cui provengo - ma addirittura la metropolitana di New York, in cui mi trovavo per volontà del sogno. La metropolitana di New York era molto cupa e brutta, e anche il mio stato d’animo era un po’ depresso. Sentivo l’ansia provocata dalla necessità di dire qualche cosa sul libro di cui, in quel momento, conoscevo solo il titolo: Liberare il silenzio. Enigmatico, vero? Sembra noi, da lettori incuriositi, entriamo in una cella dove è rinchiuso il silenzio e la troviamo vuota. Il silenzio è come uno spazio dove non ci sono parole; un contenitore che non contiene nulla. Nel mio sogno ho deciso che la mia presentazione non avrebbe dovuto contenere niente tranne il silenzio esposto al pubblico. Il silenzio sarebbe stato il suo messaggio principale. Questo messaggio però pone la domanda all’Autore: vale la pena scrivere un trattato, anche se breve, su ciò di cui dobbiamo tacere? Oppure il miglior modo di liberare il silenzio consiste invece nell’investirlo con le parole della saggezza? Credo proprio che, nel pensiero dell’Autore, vi fosse questa seconda forma di liberazione, mentre si accingeva a scrivere il suo piccolo libro. La mia impressione di questa opera - che io finalmente ho avuto il piacere di leggere dall’inizio alla fine - è che le sue parole si siano apparentate o siano state imbevute di quel silenzio interiore che il libro voleva esprimere.
Cos’è questo libro? E’ una piccola enciclopedia di una materia la cui definizione consiste proprio nell’assenza di definizioni, un essere che non si può toccare con il pensiero, non si può circondare con i concetti, ma a cui è possibile avvicinarsi creando un ambiente in cui il silenzio umano possa respirare. I brevi capitoletti di questo libro - come per esempio Il dono della parola dove l’autore afferma che l’uomo sia stata la sola unica creatura di Dio realizzata nel silenzio, o Essere altrove in cui l’autore individua le scappatoie dal silenzio negli onnipresenti rumori del mondo, oppure il suo tentativo di definire il silenzio, di capire la sua ambiguità e ambivalenza e cosi via - tutti questi capitoletti si presentano come meditazioni nate da un’esperienza spirituale, profonda, densa, ma non svelata fino in fondo. E’ il lettore che avrà il compito di svelarlo in se stesso. L’Autore cerca di condividere con lui quello sfioramento della fede che parla con il linguaggio del tacere, perché le parole non possono esprimerlo.
I capitoletti del libro sono come le strade che vanno, attraverso vari temi, verso la meta: la vita con Dio liberata dai rumori che ci circondano e ci attaccano. Questo approccio, a mio avviso, è molto vicino all’esperienza del monachesimo orientale. Le strade-capitoletti si intrecciano e portano alla domanda fondamentale: Perché parlare del silenzio? La risposta dell’autore - che possiamo indovinare, sentire, trovare – credo sia: perché dobbiamo trovare il silenzio in noi stessi. E, forse, per non parlarne più.
Dalle prime righe del libro possiamo godere la densità della lingua e del modo chiaro e trasparente di esprimere i concetti. Certo, qualsiasi libro su questo argomento corre il rischio di fare delle chiacchiere. Non c’è chiacchiera peggiore – l’Autore cita Heidegger – di quella che tratta origine dal discorrere e dallo scrivere sul silenzio. Nel nostro caso l’Autore evita la tentazione delle chiacchiere perché non fa del silenzio il prigioniero delle parole, come succede spesso, ma precisamente compie la sua liberazione, dalle parole vane come anche dal mutismo. Il silenzio di questo libro è come un lume da trovare nella nostra fede, o quella luce che coincide che si accende con la Parola che era all’inizio di tutto, anche del silenzio.

Quadretto "Gesù nell'orto" con passe-partout e cornice minimal - dimensioni 15x10 cm - Heinrich Hofmann
Articolo Religioso

Salvatore Purpura il 10 febbraio 2019 alle 14:09 ha scritto:

Quadretto molto bello, con l'immagine di nostro Signore Gesù che inizia la sua sofferenza e la sua passione per salvare l'intera umanità dal peccato.

Bracciale decina nodi e Tau
Articolo Religioso
corda 5x213x5 cm 1 g marrone

Salvatore Purpura il 10 febbraio 2019 alle 14:03 ha scritto:

Semplice e bello da tenere al polso.

Leggi tutti i commenti (21)

Tatiana ed altre, edizioniorientexpress@yahoo.it il 9 febbraio 2019 alle 18:16 ha scritto:

Siamo delle ragazze russe. Viviamo da più di qualche anno in Abruzzo. Ognuno di noi ha acquistato il libro "Le stanze delle voci" del nostro caro "Ataman" Antonio Allegrini. Libro strano nel suo insieme doloroso con la sua malinconia, l'acuta nostalgia per gli anni perduti tipica dell'anima russa ed anche se lui si esprime con versi "bianchi" cioè privi di rima, le poesie sono in fondo, piene di grande musicalità. I suoi scritti diventano a poco a poco una vera meditazione-diario sul tempo fuggito, sulla malattia, sulla perduta gioventù, sulla morte che è sempre presente nelle nostre vite.
Bellissimo libro nel suo insieme. Amiamo tutte questo poeta per noi grande e faremo in modo di divulgare le sue opere specialmente in Russia.

Leggi tutti i commenti (2)

Loredana Marsili il 9 febbraio 2019 alle 14:52 ha scritto:

Il libro è una biografia del beato piena di particolari interessanti e utili per comprendere la spiritualità e la santità giovane di Piergiorgio Frassati; si parla delle sue amicizie, della sua attività presso l'Azione Cattolica in favore delle famiglie di poveri e ammalati nella città di Torino, del suo impegno politico e dell'opposizione al fascismo, speranze infine deluse e disattese in favore della consapevolezza che solo nel compimento della propria vocazione e della volontà di Dio sulla propria vita anch'egli avrebbe potuto contribuire a "dare così in un non lontano avvenire alla nostra Patria giorni più lieti ed una società moralmente sana".

Pier Giorgio Frassati - Gianetto Ubaldo
Libro

Loredana Marsili il 9 febbraio 2019 alle 14:47 ha scritto:

In questa collana, molto utile da far leggere a ragazzi e adolescenti, vengono narrate le vite dei santi in modo molto semplice ma esaustivo, denso di significati e interessante. Anche in questo piccolo volumetto la vita del Beato Piergiorgio viene narrata evidenziandone le caratteristiche tipiche della vocazione laicale, della santità dell'ordinario.

Leggi tutti i commenti (2)

Loredana Marsili il 9 febbraio 2019 alle 14:43 ha scritto:

In questo agile volumetto è narrata la storia di Enrico Medi, fisico, laico e credente. Molto devoto di Padre Pio, del quale fu figlio spirituale, fu spesso invitato dai vescovi e dai sacerdoti a tenere delle conferenze, dal carattere di meditazione, sulle verità della fede e sulla intrinseca indissolubilità tra ragione e fede.

Giovanni Paolo II
Libro
San Paolo Edizioni (aprile 2011, 16 p.)

Loredana Marsili il 9 febbraio 2019 alle 14:40 ha scritto:

Un piccolo libricino contente alcuni dei pensieri di Giovanni Paolo II riportarti nei suoi scritti e nelle sue omelie. Ideale da portare con sè per brevi meditazioni oppure come regalo per chi voglia accostarsi per la prima volta al Santo Papa.

Leggi tutti i commenti (2)
Pier Giorgio Frassati - Aramini Michele
Libro

Loredana Marsili il 9 febbraio 2019 alle 12:10 ha scritto:

In questo piccolo libro viene narrata in modo completo ed esaustivo, anche se breve, la vicenda umana e cristiana del Beato Piergiorgio Frassati, morto di meningite fulminante alla giovanissima età di 24 anni; figlio di un illustre esponente della politica italiana dell'epoca e fondatore del quotidiano "La stampa", non credente, Piergiorgio, pur amando e rispettando i genitori, si consegna sin da piccolissimo interamente a Dio e Lo serve fino alla fine, specialmente nei poveri e ammalati di Torino.


Loredana Marsili il 9 febbraio 2019 alle 12:03 ha scritto:

Questo libro è un'opera drammaturgica scritta da Giovanni Paolo II negli anni della giovienzza, sotto pseudonimo. E' un'opera letteraria dallo stile molto moderno, che risente delle influenze simboliste ed espressioniste in voga tra le due guerre; ma è soprattutto un'opera in cui, attraverso la dimensione lirica e simbolica, vengono ricordate le verità di fede ai coniugi del XX e del XXI secolo, oppressi dalle disgrazie dell'abbandono, delle separazioni, della vedovanza, e la certezza che Uno solo è l'Amore che può realmente riempire le vite di coloro che sono chiamati alla vocazione matrimoniale.

Leggi tutti i commenti (3)